Contro la guerra


Il nemico non è, no non è oltre la tua frontiera;
il nemico non è, no non è oltre la tua trincea

(Enzo Jannacci)

Terrorismo di stato, terrorismo, terrore … guerra insomma!

Un ciclo di incontri sulla guerra che è già in corso. Una guerra negata e mascherata, che inchioda quote sempre più vaste dell'umanità al terrore, al razzismo, al nazionalismo, alla subordinazione alle politiche del "proprio" capitalismo.

Una guerra che viene alimentata dalla crisi generale del capitalismo, che è una "continuazione con altri mezzi" della guerra sociale che, nelle metropoli, precarizza le condizioni di vita generando disastri sociali, e, nelle aree "arretrate", blocca la riproduzione economica generando flussi migratori "biblici" di essere umani che cercano così di sfuggire alla guerra e/o alla fame.

Un ciclo di incontri che, partendo dal presupposto irrinunciabile della scelta di schierarsi innanzitutto contro il "proprio" capitalismo, non vuole semplicemente evidenziarne la barbarie, ma mettere in luce le contraddizioni che le operazioni belliche italiane in Medioriente ed in Africa producono tanto nelle aree oggetto di attacco (in Afghanistan, in Iraq, in Libia e in Niger, sul Mediterraneo...), che nel fronte interno.

Un ciclo di incontri aperti, di confronto, per contribuire a contrastare l'assuefazione e la digestione della guerra sempre più diffuse, per fornire elementi di analisi, di conoscenza, di controinformazione, che favoriscano l'autonomia di classe e aiutino a non schierarsi con questo o quello dei contendenti delle guerre in corso, primattore o comparsa che sia.

Il capitalismo dei nostri giorni, attraverso una crisi strutturale, produce sempre pi&urgave; l'insorgere di conflitti locali tramite milizie ed eserciti di volta in volta sostenuti dai governi occidentali coalizzati o tra loro confliggenti.

Conoscere per capire col fine di non rendergliela tanto semplice.


I BOLLETTINI DEL CENTRO DI DOCUMENTAZIONE

Ottobre 2019 - La guerra che verrà Ottobre 2019
Aprile 2020 - La guerra che verrà Coronavirus
Maggio 2020 - La guerra che verrà Fase 2, riapertura
Febbraio 2021 - La guerra che verrà Febbraio 2021


PER ASCOLTARE GLI INCONTRI CHE SI SONO GIÀ TENUTI

13/04/2017
Per dare vita ad un centro di documentazione contro la guerra

17/05/2017
Le missioni militari italiane all’estero

17/01/2018
Libia: flussi di guerra, flussi migratori

31/01/2018
Nucleare

14/02/2018
L'altra faccia del terrorismo. LA GUERRA DEI DRONI /1
L'altra faccia del terrorismo. LA GUERRA DEI DRONI /2

14/03/2018
MOSUL Utilizzo del progetto Nato 2020 per descrivere gli “insorgenti” e i luoghi della battaglia. Per andare a Parigi al tempo del permanente stato d’emergenza e delle lotte, degli scioperi contro la Loi du travail per finire nell’Amburgo del G20 del luglio scorso

20/04/2018
GAZA Rompere i muri d’una prigione a cielo aperto di 365 kmq /1
GAZA Rompere i muri d’una prigione a cielo aperto di 365 kmq /2

10/10/2018
Continuità tra Minniti e Salvini - L’intervento italiano in Libia e oltre - I contrasti tra le varie potenze in Africa - Militarismo all’estero e guerra sociale all’interno
Migrazioni e militarismo /1
Migrazioni e militarismo /2
Migrazioni e militarismo /3

28/11/2018
Continua la guerra per la spartizione dell’Africa e contro gli immigrati
La conferenza di Palermo sulla Libia /1
La conferenza di Palermo sulla Libia /2

16-01-2019
I socialisti scledensi e vicentini al “Processo di Pradamano” Luglio Agosto 1917
Presentazione del libro di Ugo De Grandis: Guerra alla Guerra! /!
Presentazione del libro di Ugo De Grandis: Guerra alla Guerra! /2
Presentazione del libro di Ugo De Grandis: Guerra alla Guerra! /3

13-03-2019
con Carlo Tombola. Produzione e sviluppo del mercato delle armi. Conflitti tra gli stati. Controllare e terrorizzare per imporre al proletariato la “pace” della guerra permanente
Il mercato delle armi e le “tecnologie della sicurezza” /1
Il mercato delle armi e le “tecnologie della sicurezza” /2
Il mercato delle armi e le “tecnologie della sicurezza” /3

05-06-2019
“aiutiamoli a casa loro”
Le mani italiane nella guerra di Libia /1
Le mani italiane nella guerra di Libia /2
Le mani italiane nella guerra di Libia /3

11-12-2019
Ruolo e presenza militare dell’Italia: Libano, Iraq, Iran, Kurdistan e….
Guerra permanente e rivolta sociale
Guerra permanente e rivolta sociale – Ruolo e presenza militare dell'Italia

11-12-2020
Partendo dal libro Lo spillover del profitto vorremmo discutere sulle ripercussioni della pandemia in atto, stando risolutamente dalla parte di chi lavora, di chi perde il lavoro, di chi muore, a causa di una crisi sanitaria, economica e sociale generata dal capitalismo.
Vorremmo cominciare da tre punti, senza la pretesa di affrontare tutto: sanità, vaccini, chi paga?
la guerra del Covid - 19

22-01-2021
Se il poliziotto globale che ha allestito 800 basi per il controllo del mondo non riesce a mantenere l’ordine in casa sua, c’è un problema.
Se una minoranza significativa invade la sede del potere legislativo degli Stati Uniti a seguito della propaganda e all’invito di un presidente sconfitto ma ancora in carica, c’è un problema.
Se tra metropoli e America profonda gli Stati non sono mai stati così disuniti, come le recenti elezioni hanno dimostrato, c’è un problema.
Se, per ora, la guerra civile rimane allo stato latente, c’è un problema.
Se non saremo capaci di descrivere il futuro prossimo venturo, c’è un problema.
Su questo vogliamo aprire una discussione, senza pensare di risolvere, ma cercando di delineare dei nodi da sciogliere.
America: due o tre cose che sappiamo di lei
=========================================

Contatti: centrodocumentazionecontrolaguerra@inventati.org