entra nel sito
comunicazione
L'archivio è aperto al pubblico il giovedì e venerdì pomeriggio dalle 16:00 alle 20:00




Agenda > Programmazione > settembre 2019



sabato 14 settembre ore 17.30

A cent'anni dalla prima prova di forza
dello squadrismo fascista


Presentazione del libro

Marco Rossi
MORIRE NON SI PUÒ IN APRILE
L'assassinio di Teresa Galli
e l'assalto fascista all'Avanti!

Milano, 15 aprile 1919

[Edizioni Zero in Condotta, Milano, 2019]








Giovedì 26 settembre 2019
Ore 20,30

VORKUTA COME ALLEGORIA
Da città-gulag a deserto industriale

Parlare delle Repubblica dei Komi vuol dire parlare innanzitutto di Vorkuta, assieme alla Kolima il più celebre dei GULag staliniani. Una storia di deportazione e lavoro forzato che coinvolse anche molti italiani e le cui vicende sono state narrate da Dante Corneli, un comunista tiburtino che vi fu recluso per un decennio (vedansi le sue memorie, recentemente riproposte in tre volumi dall’editore Massari).
Questa tragica epopea politica è ormai totalmente sconosciuta alla maggior dei giovani che vivono in questa città; in compenso la sua realtà di grande centro minerario in via di disfacimento sotto il peso degl'imperativi del capitale globale è uno spettro che si allunga su tutta la regione. E nel circondario di Syktyvcar, capitale della Repubblica dei Komi, contro il progetto di farne la discarica della spazzatura moscovita, sono in corso grandi movimenti ecologisti, una delle più interessanti espressioni di quei processi di trasformazione sociale della Russia "profonda" così poco conosciuti in Occidente.

Di questo e d'altro parleremo con Yurii Colombo, giornalista free-lance e corrispondente da Mosca per "il manifesto", e col fotografo Giampiero Assumma, che lo scorso agosto hanno viaggiato in questa regione estrema della Russia Europea, riportandone belle fotografie e forti suggestioni.







entra nel sito


informativa privacy