Agenda > Agenda internazionale > febbraio 2002

Venerd febbraio, h. 21.30:

"Globalizzazione" e rapporti di potenza:

1) Qual' il ruolo dello Stato oggi?
Relazione di Visconte Grisi
Federalismo, decentramento, perdita di sovranità nazionale: che ruolo svolge lo Stato dentro il processo della "globalizzazione"? Come si manifesta lo Stato del welfare e del dirigismo in un conflitto sempre più, nel divenire, internazionalizzato? In che rapporto si collocano con la potenza egemone le varie entità statuali? Lo Stato è l'organo per il dominio di una classe sull'altra: la "globalizzazione" ha intaccato questa definizione?

2) Il processo di unificazione europea
Relazione di Piero Favetta
L'unificazione europea procede con l'introduzione della moneta unica, esito di un lungo percorso di allineamento economico; ma per quanto riguarda gli ordinamenti politici costitutivi si appena agli albori, e un'espressione militare autonoma dagli Usa ancora fantascienza. Nella storia non si è mai verificato che i processi di concentrazione e formazione degli Stati siano avvenuti senza scontri e resistenze armate. Di questo e della complessitdel processo di formazione degli "Stati Uniti d'Europa" tratterà la relazione.



Sabato 23 febbraio, h. 16,30

Immigrazione e nuovi razzismi prima e dopo l'11 settembre:
La nuova immigrazione "extracomunitaria" sollecita necessarie riflessioni su temi considerati marginali o scontati nel dibattito scientifico in Occidente: il razzismo e le sue basi sia materiali che culturali, i paradigmi dell'uguaglianza e della diversità, i movimenti di popolazione come fonte di paure ma anche di nuove speranze e nuove lotte emancipative in un mondo "globale" che appare sempre più frammentato.
1) Razzismo e capitalismo nell'era moderna e in quella "globale"
Pietro Basso
2) La nuova immigrazione come metafora delle rotture epocali nel mondo contemporaneo
Sergio De La Pierre



informativa privacy