Agenda > Programmazione > aprile 2004

Venerdì 2 aprile, h. 21.00:

Incontro-confronto con

A.C.R.A.T.I.
(Aggregazione Contro la Rovinosa Avanzata della Tecnologia Industriale)
L'organizzazione tecnologica del capitale si alimenta delle abilità tecniche dell'uomo, lasciandolo poi svuotato, macchina tra le macchine. Come reagire a questa condizione che il dominio vorrebbe irreversibile? «Come rompere l'assedio tecnologico?»

Nel corso della serata verrà presentata l'edizione italiana de:
«Los Amigos de Ludd»
Boletn de informacin anti-industrial

I primi due numeri di questo bollettino finora apparsi in Italia, a cura di ACRATI, contengono:

N. 1
Critica del nuovo mondo felice che si avvicina (Los Amigos de Ludd)
Note preliminari (Los Amigos de Ludd)
Il condizionamento neotecnologico (Jean-Marc Mandosio)

N. 2
Utopia e miseria del mondo industriale (Los Amigos de Ludd)
A proposito dell'opposizione luddista (Los Amigos de Ludd)
Generalità considerevoli (Christian Fons)
Scienza e biotecnologie (Roger Belbéoch)
Intervista a René Riesel



Giovedì 8 aprile, h. 21.00:

Presentazione del libro di Antonio Campenni

L'egemonia breve:
La parabola del salariato di fabbrica a Crotone

Rubbettino Editore


Il lavoro salariato costituisce la chiave di lettura dei processi di strutturazione sociale nelle moderne società. Da questa prospettiva lautore parte per indagare le trasformazioni del Mezzogiorno contemporaneo per analizzare i tratti che le accomunano alle società tipicamente industrializzate senza cadere nella consueta retorica della letteratura sul sottosviluppo. Il centro della ricerca è Crotone nel periodo 1990 sino al 2002 con la grande fabbrica e il microcosmo socioeconomico che il salario di fabbrica ha prodotto. Lotte , emancipazione, integrazione, identità e crisi vanno a incidere nella coesione sociale in una zona caratterizzata da uneconomia debole. Lincertezza del quadro presente fa costruire nuove reti per la coesione sociale che porteranno ad approfondire le differenze che senza una consapevole azione collettiva possono sprofondare nellesclusione sociale.



Venerdì 16 aprile, h. 21.00

Presentazione del libro del Gruppo Krisis

Manifesto contro il lavoro:

Derive Approdi edizioni

Nella società del lavoro, il lavoro sta diventando come laria respirabile nelle città. Eppure si esige da tutti di lavorare, se vogliono vivere. Quasi nessuno mette in dubbio il lavoro come principio fondante della società in cui viviamo. Il gruppo Krisis sviluppa in Germania una delle critiche più radicali della società capitalistica contemporanea.



MERCATINO BIOLOGICO IN COX18

domenica 18 Aprile, dalle ore 9.00 alle ore 18.00
nella strada che collega via Torricelli a via Conchetta, chiusa al traffico per l'occasione

Saranno presenti con i loro banchetti alcune realtà che operano nella produzione del biologico per esposizione e vendita di prodotti biologici alimentari o di trasformazione biologica in altri prodotti di consumo (cosmetici, detersivi, fitofarmaci ed altro).
La cucina del centro sociale sarà disponibile per cuocere i prodotti destinati al consumo dei visitatori. Sarà inoltre possibile organizzare presso lo spazio del centro conferenze, dibattiti, presentazioni libri o scambio reciproco di esperienze

Tale appuntamento avrà luogo ogni terza domenica del mese a Milano in via Conchetta, zona navigli.

Per maggiori informazioni

C.S.O.A. COX18

Via Conchetta 18 Milano

02.89400302

cox18news@yahoo.it

usis@libero.it



Domenica 18 aprile 2004

IL MONDO ALLA ROVESCIA
Ricordando Primo Moroni


Ore 19.30 Buffet

Ore 21 proiezione del film documentario IL MONDO ALLA ROVESCIA
Appunti sul cabaret milanese
di Tonino Curagi e Anna Gorio
Edizione 2002 durata 108 min.
(Il Derby, Jannacci, Cochi e Renato, Gaber et all)

a seguire cabaret




Sabato 24 aprile 2004

Riunione Pubblica della Corrente Comunista Internazionale

Un solo altro mondo è possibile: il comunismo!

Un altro mondo è possibile. Dietro questo slogan milioni di giovani in tutto il mondo si uniscono a manifestare ormai da qualche anno. Ed il perché è abbastanza evidente: da qualunque parte lo guardi, questo mondo incute solo sgomento e paura. Fame, miseria e malattie che colpiscono la maggioranza della popolazione mondiale; guerre che devastano numerosi paesi e che vedono coinvolte la maggioranza dei paesi del mondo, un inquinamento ambientale che oltre a fare già le sue vittime con le malattie e i disastri legati al cambiamento del clima, potrebbe essere arrivato, secondo alcuni scienziati, a un punto di non ritorno.
Dunque un altro mondo è necessario. Ma quale altro mondo è possibile? E come ci si può arrivare? E chi può esserne l’artefice?
La storia degli ultimi secoli ha mostrato che l’unico altro mondo possibile è quello che passa per la distruzione del capitalismo per rifondare il mondo su altri principi: una produzione basata sul soddisfacimento dei bisogni umani e non del profitto, basata sulla cooperazione tra le persone e non sulla competizione; che ristabilisce un corretto rapporto dell’uomo con la natura. E questo mondo è effettivamente possibile oltre che necessario, perché già oggi esistono le risorse per il soddisfacimento dei bisogni di tutta l’umanità. Ed esiste una classe, la classe operaia, che in questa società, oltre ad essere la principale produttrice di ricchezza, non ha altri interessi da difendere che quelli di liberarsi delle proprie catene e di liberare, così, l’intera umanità.
Sito internet: <http://www.internationalism.org/italian>www.internationalism.org/italian

Ricordiamo a tutti che la libreria Calusca sarà presente con un banchetto libri all’appuntamento di domenica 25 aprile nel pomeriggio all’ex ospedale Paolo Pini.




Venerdì 30 aprile 2004, ore 15

Incontro/seminario organizzato da LUMHI 2 sul tema del comunismo

Relazioni di:
Pier Paolo Poggio (su "Il secolo breve" di Hobsbawm)
Massimo Cappitti (su Hannah Arendt e il totalitarismo)

Per info: lumhi@libero.it




Venerdì 30 aprile 2004, ore 21,00

Presentazione del libro

“Clash! Scontro tra potenze”
di J. Petras, L. Vasapollo, M. Casadio
Jaca Book edizioni

Intervengono:
Mauro Casadio (Rete dei Comunisti)
Luciano Vasapollo (direttore della rivista “Proteo”)
Osvaldo Pesce (Linea Proletaria)

Coordina:
Eugenio Busellato (Unità Comunista)

Mentre certi teorici della globalizzazione sostengono l’avvenuta sparizione dell’imperialismo, l’obsolescenza degli Stati imperiali e di quelli nazionali e l’ascesa di un non ben definito “Impero” fondato su organismi sopranazionali, gli Autori di questo libro sottolineano invece che la cosiddetta globalizzazione è nata proprio dai vecchi Stati imperialisti. Non solo: la competizione interimperialista costituisce oggi la chiave principale per comprendere l’attuale realtà internazionale, a partire dalla guerra degli USA contro l’Iraq (con il primo scontro “visibile” e di una certa importanza tra il polo imperialista statunitense e quello europeo).





informativa privacy