Giu 022021
 
Strage di Modena: il rischio di un colpo di spugna

E’ prevista per lunedì prossimo presso il Tribunale di Modena l’udienza per decidere dell’archiviazione del fascicolo riguardante la morte di otto detenuti nella rivolta del carcere Sant’Anna.     Di seguito il link per approfondire: https://www.carmillaonline.com/2021/06/01/strage-di-modena-il-rischio-di-un-colpo-di-spugna/

Mag 312021
 
La gestione dell'immigrazione: un circuito infame e mortifero

Riceviamo e pubblichiamo L’eccidio che si consuma da anni alle frontiere è frutto delle politiche razziste funzionali al capitale saccheggiatore di vite e di risorse. Nessuno mette a fuoco l’unica causa di queste morti: il divieto di movimento per chi arriva dai paesi da depredare. Quando si vedono bambini morti sulle spiagge o il numero delle vittime di uno degli ennesimi naufragi è troppo grande per voltare la testa dall’altra parte, allora qualche turbamento prende […]

Mag 312021
 
Roma - Emergenza carceri senza soluzione di continuità

Riceviamo e pubblichiamo Sabato 22 maggio alcune solidali si sono incontrate davanti alle mura del carcere di Rebibbia per portare un saluto di solidarietà e complicità alle persone rinchiuse nel lager romano. Pochi giorni prima, dalle guardie, era emerso che due sezioni del maschile, G9 e G11, sono state chiuse a causa della diffusione del covid-19, nonostante nell’ultimo mese siano stati inoculati i vaccini a tutti i reclusi. Purtroppo non è stato possibile scambiare molte […]

Mag 272021
 
CONTRO STATO DI TORTURA E MISURE DI SICUREZZA

Riceviamo e pubblichiamo Pochi giorni fa, Belmonte Cavazza aspettava di varcare la soglia del carcere di Piacenza, andando finalmente incontro alla libertà. La sua condanna di 19 anni sarebbe dovuta terminare il 19 aprile. Veniva invece trasferito il 23 aprile presso la casa di lavoro di Castelfranco Emilia (MO). La ragione? Una misura di sicurezza disposta nei suoi confronti nel 2003. Le misure di sicurezza, introdotte da Mussolini nel ‘30 e ancora in vigore, si […]

Mag 272021
 
Non solo *ABBATTERE LE FRONTIERE*, ma anche *IL MONDO CHE LE PRODUCE*

Riceviamo e pubblichiamo Sono passati cinque anni dalla manifestazione che si tenne al Brennero contro le frontiere e il razzismo di Stato. Una risposta doverosa (non la sola) a quella che fu la proposta del governo austriaco di allora di costruire un muro anti-migranti al confine con l’Italia, ma anche alla pratica dello Stato italiano di non permettere a persone immigrate di salire sui treni diretti al confine, con annessi controlli sulla base del colore […]

Mag 192021
 
Roma - 41 BIS=TORTURA - Alcuni compagni e compagne a processo

Giovedì 20 maggio si terrà, in una delle aule del Tribunale di Roma, un processo contro cinque compagni e compagne per il reato di manifestazione non autorizzata. Il “gravissimo atto illecito” è stato compiuto il 13 maggio 2016 davanti alla sede del DAP (Dipartimento di Amministrazione Penitenziaria) e ha fatto parte di una serie di iniziative proposte dalla campagna “Pagine contro la tortura”. Appello per la campagna Intenzione di quella iniziativa era lasciare dei libri […]

Apr 292021
 
Lettera dal carcere di Busto Arsizio dei ragazzi che erano a Varese durante la rivolta di gennaio 2021

Riceviamo e pubblichiamo Ciao a tutti/ tutte voi, comincio con il ringraziarvi di cuore delle vostre lettere e della vostra vicinanza, ci fa molto piacere sapere che esistono ancora persone come voi, che lottano per noi e con noi contro questo regime perché stato non si può chiamare. Ringraziamo veramente di cuore tutti voi e le numerose persone che ci hanno scritto. Cosa possiamo dirvi se non grazie di esistere. Ci dispiace molto che non […]

Apr 282021
 
Non siamo complici delle stragi in mare

L’Italia e la Libia hanno saldato ulteriori relazioni commerciali mentre annegavano decine di persone nel Mediterraneo, ignorando le richieste di soccorso in uno dei mari più militarizzati del mondo. Non possiamo restare in silenzio. Mentre si parla di “ritorno alla normalità” tra bar e ristoranti, è ormai “normale” che le persone immigrate, se riescono a raggiungere le coste italiane, vengano rinchiuse in navi-prigione, trasferite in campi di internamento e poi deportate. In questi giorni si […]