apr 222017
 
Sabato 20 maggio - Presidio al carcere di Livorno in solidarietà con le persone detenute - Perché quello che è successo a Stefano non accada mai più

Il 22 gennaio 2017 muore a Napoli, nell’ospedale San Giovanni Bosco, Stefano Crescenzi di anni 38. Stefano era entrato in carcere il 19 marzo 2013 e sin dall’inizio della sua carcerazione il suo stato psico-fisico si era rivelato del tutto inadeguato a sostenere il regime detentivo. Di lui, infatti, si sapeva che era sottoposto da anni ad una specifica terapia farmacologica poiché, a causa di un grave incidente stradale, soffriva di crisi epilettiche oltre ad [...]

apr 202017
 
Solidali con i ribelli del CARA di Borgo Mezzanone

SOLIDALI CON I RIBELLI DEL CARA DI BORGO MEZZANONE AL FIANCO DI CHI LOTTA NEI GHETTI, NELLE TENDOPOLI, NEI CENTRI DI ACCOGLIENZA, NELLE GABBIE DEI CPR E DEGLI HOTSPOT Nella maxi-operazione di polizia avvenuta nelle prime ore della mattina del 30 marzo, con un dispiegamento di 300 unità di forze dell’ordine, compresi due elicotteri, lo Stato ha arrestato 17 persone che avrebbero partecipato alla rivolta del 27 ottobre scorso nel Cara di Borgo Mezzanone, in [...]

mar 142017
 
Verona - Un'altra richiesta di sorveglianza speciale

  Fonte: http://www.informa-azione.info/  Un’altra richiesta di sorveglianza speciale   Questa volta il destinatario della richiesta è un compagno a Verona, le motivazioni le solite: una condotta che si pone abitualmente al di fuori della legalità, le cattive frequentazioni e una sfilza di precedenti penali e procedimenti tutt’ora in corso, in uno dei quali tra l’altro veniva definito come “persona dotata di un’irrefrenabile propensione a commettere atti delittuosi…” Nelle ultime due settimane, probabilmente per dare più [...]

feb 132017
 
Torino - "Le cattive compagnie" - Sulla richiesta di Sorveglianza Speciale nei confronti di una compagna

fonte: Macerie Poche settimane fa è stata notificata a Chiara una nuova richiesta di applicazione della Sorveglianza Speciale, l’udienza sarà mercoledì 22 febbraio presso il Tribunale di Torino. Già nell’autunno del 2015 la Questura di Teramo aveva ottenuto in primo grado l’applicazione della misura di prevenzione, salvo poi vedersi rispedire tutto al mittente alcuni mesi dopo quando la Corte d’Appello aveva archiviato il procedimento per “incompetenza territoriale”. Vale la pena infatti ricordare che oltre a [...]

feb 132017
 
Firenze - NON CHIEDETECI LA PAROLA – a proposito degli arresti del 31 gennaio

                                                                                                                    “Non chiederci la parola che mondi possa aprirti, sì qualche storta sillaba e secca come un ramo. Questo solo oggi noi possiamo dirti, ciò che non siamo, ciò che non vogliamo.” Sono tempi cupi, e non solo a Firenze. Da una parte un’umanità per tre quarti annegata che muore di fame, bombardamenti, embarghi, controlli militari e di polizia, detenzione e internamento, lavoro salariato e migrazione forzata, razzismo e frontiere. Dall’altra un’umanità per tre quarti cloroformizzata, che a volte cerca di battersi contro una vita sempre più miserabile, più spesso abbocca alle sirene del potere. Odio tra poveri, riverenza per i padroni, diffidenza verso chi si ribella. [...]

feb 122017
 
Opuscolo - CONTROMISURE - Sulla repressione preventiva e le lotte per contrastarla

Scarica e leggi l’opuscolo. Per richiedere delle copie potete scrivere alla mail evasioni[at]canaglie.org Troverete questa pubblicazione anche alle prossime iniziative del 18 febbraio a Giulianova e del 25 febbraio a Roma. Questo opuscolo è un tentativo di fornire strumenti utili alla comprensione dell’articolato e multiforme apparato repressivo dello Stato. Siamo convintx che studiare e analizzare le evoluzioni delle strategie repressive sia utile a diffondere consapevolezza e, di conseguenza, a sviluppare strategie di lotta concrete. Siamo [...]

feb 102017
 
Carta straccia

Art. 41-bis dell’ordinamento penitenziario La Corte costituzionale, nell’odierna Camera di Consiglio, ha dichiarato non fondata la questione di legittimità costituzionale dell’articolo 41-bis, comma 2-quater, lett. a) e lett. c), della legge 26 luglio 1975, n. 354, nella parte in cui consente all’amministrazione penitenziaria, in base a circolari ministeriali del Dipartimento dell’Amministrazione penitenziaria, di adottare, tra le misure di elevata sicurezza interna ed esterna volte a prevenire contatti del detenuto con l’organizzazione criminale di appartenenza, il [...]