Feb 202019
 
Solidarietà ai compagni e alle compagne trentine

Nella nottata di ieri 19 febbraio 2019, alle 04.00, la scena si ripete. A distanza di pochi giorni da quanto accaduto a Torino all’Asilo occupato e nelle case di Corso Giulio. Entrano, violano le intimità e le relazioni, mettono a soqquadro le case e i luoghi di incontro, di socialità, di scambio di idee e di costruzione di una realtà diversa, che non sia lo schifo che rappresenta questo oggi fatto di morti in mare, […]

Feb 082019
 
TORINO, 7 FEBBRAIO 2019. SOLIDARIETÀ ATTIVA: RISPONDIAMO AGLI ATTACCHI DEL NEMICO

Giovedì 7 Febbraio 2019: la polizia entra all’Asilo occupato di Torino con l’intento di chiudere un altro spazio di libertà e di conflitto,con un mandato di cattura a carico di alcuni compagni e compagne attive da anni nella lotta contro il sistema dei lager di stato conosciuti come C.P.R. I reati contestati sembrerebbero essere per tutti/e l’associazione sovversiva e, a vario titolo, l’istigazione a delinquere, la detenzione, la fabbricazione e il porto di ordigni esplosivi. […]

Nov 202018
 

Riceviamo e pubblichiamo. Lunedì 19 novembre si è svolto, presso il tribunale di Torino, il processo di primo grado che vedeva due compas della Cassa AntiRep delle Alpi occidentali imputati per un acceso diverbio avvenuto con carabinieri in borghese nel dicembre 2017. Il processo si è chiuso con la condanna di entrambi gli imputati a 8 mesi per resistenza e danneggiamento, ma ha anche annullato le misure cautelari a cui erano sottoposti dallo scorso 21 […]

Set 302018
 
Cremona - La Cassazione conferma il reato di devastazione e saccheggio

Il 25 settembre è stata emessa la sentenza di cassazione per i fatti riguardanti il corteo antifascista del 24 gennaio 2015 svoltosi a Cremona. La cassazione ha dunque confermato le condanne pronunciate in secondo grado di giudizio, ovvero 3 anni e 8 mesi di carcere per l’ormai sdoganatissimo reato di “devastazione e saccheggio”. Quel giorno, nella tranquilla Cremona tante/i compagne/i decisero di dare una risposta chiara e decisa all’agguato fascista contro il centro sociale “Dordoni”, […]

Set 222018
 
Palmi (RC) - A processo due solidali che sostengono le lotte di chi vive nelle tendopoli di San Ferdinando

Lunedì 1 ottobre, avrà inizio a Palmi uno dei processi contro chi supporta le lotte autorganizzate dalle persone immigrate che vivono nei ghetti e sono sfruttate nelle campagne. In questo caso, l’accusa rivolta a due nostre compagne è di aver aiutato una persona a sfuggire all’identificazione e, per una di loro, di averlo fatto con l’uso della forza contro un carabiniere, durante la giornata di lotta del 22 marzo 2017 a San Ferdinando. Questo processo, così come alcune segnalazioni […]

Lug 132018
 
LE STAZIONI SONO FRONTIERE

  Fonte: Hurriya   LE STAZIONI SONO FRONTIERE Nel 2015 con il “Progetto gate” è iniziata la militarizzazione di alcune grandi stazioni italiane: prima Milano Centrale in occasione di Expo, poi Roma Termini e Firenze Santa Maria Novella. Il Gruppo Ferrovie dello Stato ha schierato gli agenti della “protezione aziendale” (struttura che si occupa di antifrode e collabora strettamente con le fdo) lungo l’ennesima frontiera interna: i varchi di accesso ai binari da cui partono […]

Mag 012018
 
Dal 1 maggio inizia una lotta collettiva nelle carceri spagnole

traduzione da Directa Si riaccende la lotta tra le mura Una quarantina di detenuti condannati a scontare pene differenti in vari centri penitenziari dello stato spagnolo ha iniziato una lotta collettiva con l’obiettivo di rendere visibili e denunciare le costanti violazioni dei loro diritti. “Oggi ho 65 anni e ho scontato due anni di carcere in Francia, dal 1969 al 1971, e poi in Spagna, dal 1971 al 1977, partecipando alla fine della COPEL. Al […]

Apr 262018
 
L’AQUILA, 4 MAGGIO 2018: ANCORA AL FIANCO DI CHI LOTTA

– PRESIDIO SOLIDALE AL TRIBUNALE E AL CARCERE – Il 4 maggio a L’Aquila si terrà la quarta udienza che vede la prigioniera delle BR-PCC Nadia Lioce sotto processo per aver osato dimostrare, tramite una serie di battiture contro le condizioni di detenzione che il regime cui è sottoposta impone, di non essere stata ridotta a totale silenzio dalla vendetta dello stato. Sono passati 13 anni da quando Nadia è rinchiusa all’interno delle sezioni di […]