A quanto pare l’accordo era vicinissimo e ieri mattina a Palazzo civico la delegazione del Molino avrebbe dovuto sottoscrivere, con i rappresentanti della Città e del Cantone, la convenzione con le condizioni per l’utilizzo degli spazi dell’ex macello di Lugano. Ma la firma non c’è stata e dopo tre quarti d’ora l’incontro è stato sciolto.
La causa della rottura delle relazioni fra autorità e molinari viene imputata ad una manifestazione prevista per questa sera davanti al Kursaal in occasione dell’inaugurazione della nuova casa da gioco. Un’azione di disturbo non autorizzata, propagandata sul sito internet del centro sociale autogestito afferma il Municipio, ma più probabilmente si tratta del sito indymedia che raccoglie la voce dei centri sociali e di altri movimenti alternativi, dove in effetti un testo anonimo invita alla protesta contro il casinò. « Il Molino – si legge in una nota della cancelleria comunale – non è stato in grado di assicurare che la manifestazione non si svolgerà e ha abbandonato il tavolo delle trattative. Municipio e Consiglio di Stato hanno quindi ritenuto di sospendere le trattative in attesa di un chiarimento riguardo alla prospettata manifestazione non autorizzata » .Ieri sera il Molino ha riunito l’assemblea per definire la propria posizione. Intanto, dopo i partiti PLR e PPD, insorgono le assemblee dei genitori contro la proposta di trasferire al macello alcune attività del centro sociale autogestito. A prendere l’iniziativa è l’assemblea dei genitori della sede scolastica più interessata, quella del Lambertenghi che ha indirizzato una lettera al sindaco Giorgio Giudici, e alla presidente del Consiglio di Stato Patrizia Pesenti.
Per solidarietà altre assemblee di genitori hanno sottoscritto la presa di posizione: Cassarate, Molino Nuovo, Besso, Bertaccio, Loreto, Gerra e Brè- Ruvigliana. Tutti si chiedono come può essere giustificata la collocazione di uno spazio autogestito vicino o addirittura confinante con la scuola elementare e la futura scuola dell’infanzia nello stabile ex Taratura in via Fusoni.

i. p.
Le assemblee dei genitori delle scuole cittadine scrivono a Giudici e Pesenti: no all’autogestione nell’ex macello

Potrebbero Interessarti:

https://www.inventati.org/molino/wp-content/uploads/2016/07/logo-molino-01.pnghttps://www.inventati.org/molino/wp-content/uploads/2016/07/logo-molino-01-150x150.pngRassegna stampaA quanto pare l’accordo era vicinissimo e ieri mattina a Palazzo civico la delegazione del Molino avrebbe dovuto sottoscrivere, con i rappresentanti della Città e del Cantone, la convenzione con le condizioni per l’utilizzo degli spazi dell’ex macello di Lugano. Ma la firma non c’è stata e dopo tre...Viale Cassarate 8

Contatta il Molino

Contatto telefonico
+41(0)91 942 12 21

Per info generali:
CS()A il Molino
Viale Cassarate 8
6900 Lugano (Ch)

molino@inventati.org