Membri del CPE, si legge nel comunicato, hanno constatato di persona come su diversi stands d’esposizione armi vere (mitragliatrici, lanciarazzi, fucili d’assalto) vengono messe nelle mani di adolescenti e bambini. Secondo i molinari, “i tiri effettuati soprattutto da bambini in simulatori di tiro, in torrette di blindati o nel “cinema di tiro” con veri fucili d’assalto su bersagli sui quali si può distinguere la testa e il corpo umano da abbattere, costituiscono una banalizzazione e una promozione della violenza armata inaccettabili”, considerando anche i recenti massacri nelle scuole che hanno giustamente scioccato la popolazione. Il CPE chiede che queste pratiche cessino immediatamente!

Nel comunicato i molinari ricordano che per protestare contro questa promozione della violenza, il Gruppo per una Svizzera senza esercito partecipa, con altre organizzazioni, alle attività della “settimana antimilitarista” in programma in questi giorni a Lugano (vedi http://isole.ecn.org/molino/sito/index.php) e continua la raccolta di firme perl’iniziativa “per la protezione dalla violenza perpetrata dalle armi” che chiede che le armi di servizio dei militari svizzeri non siano più tenute a domicilio.

https://www.inventati.org/molino/wp-content/uploads/2016/07/logo-molino-01.pnghttps://www.inventati.org/molino/wp-content/uploads/2016/07/logo-molino-01-150x150.pngRassegna stampaMembri del CPE, si legge nel comunicato, hanno constatato di persona come su diversi stands d'esposizione armi vere (mitragliatrici, lanciarazzi, fucili d'assalto) vengono messe nelle mani di adolescenti e bambini. Secondo i molinari, 'i tiri effettuati soprattutto da bambini in simulatori di tiro, in torrette di blindati o nel...Viale Cassarate 8

Contatta il Molino

Contatto telefonico
+41(0)91 942 12 21

Per info generali:
CS()A il Molino
Viale Cassarate 8
6900 Lugano (Ch)

molino@inventati.org