Contro la norma è stato depositato un ricorso al Tribunale federale, per iniziativa di undici privati cittadini e di associazioni e movimenti impegnati in attvità sportive, politiche e sindacali, segnatamente il Sindacato della comunicazione, il CSOA Il Molino e Gioventù Biancoblù.

Le ragioni sono state illustrate alla stampa questa mattina a Bellinzona proprio dal Sindacato della comunicazione e dai due movimenti.

“Come sindacalista – ci dice Angelo Zanetti, segretario regionale del Sindacato della comunicazione – che ha già ricevuto delle denunce e come sindacato siamo molto preoccupati perché questa legge limita la libertà d’opinione e di riunione. Come sindacato abbiamo la necessità di poterci riunire, di poter manifestare e protestare per quello che succede nel mondo del lavoro”.

“È una legge basata sul sospetto”, afferma senza mezzi termini Zanetti. E spiega: “Se un poliziotto vede, ad esempio, un sindacalista particolarmente ingaggiato e il suo comportamento può essere reputato come violento, può far applicare le misure previste dalle legge anti-hooligans”.

Potrebbero Interessarti:

https://www.inventati.org/molino/wp-content/uploads/2016/07/logo-molino-01.pnghttps://www.inventati.org/molino/wp-content/uploads/2016/07/logo-molino-01-150x150.pngRassegna stampaContro la norma è stato depositato un ricorso al Tribunale federale, per iniziativa di undici privati cittadini e di associazioni e movimenti impegnati in attvità sportive, politiche e sindacali, segnatamente il Sindacato della comunicazione, il CSOA Il Molino e Gioventù Biancoblù. Le ragioni sono state illustrate alla stampa questa mattina...Viale Cassarate 8

Contatta il Molino

Contatto telefonico
+41(0)91 942 12 21

Per info generali:
CS()A il Molino
Viale Cassarate 8
6900 Lugano (Ch)

molino@inventati.org