L’ordine di sgombero è stato dato dalla consigliera di Stato ticinese Patrizia Pesenti, sostiene il coordinamento. «Una simile candidata al Consiglio federale per il partito socialista la riceveremo a torte in faccia», indica un volantino.

«Il Molino», sostengono gli occupanti nel volantino, è l’unico centro culturale non commerciale del Ticino che dà ai giovani la possibilità di incontrarsi per mettere in pratica le loro concezioni relative all’autogestione. Per il governo ticinese, tale centro costituiva una minaccia e per questa ragione si è decisa la sua chiusura forzata con un importante dispositivo di polizia.

RED

Potrebbero Interessarti:

https://www.inventati.org/molino/wp-content/uploads/2016/07/logo-molino-01.pnghttps://www.inventati.org/molino/wp-content/uploads/2016/07/logo-molino-01-150x150.pngRassegna stampaL'ordine di sgombero è stato dato dalla consigliera di Stato ticinese Patrizia Pesenti, sostiene il coordinamento. «Una simile candidata al Consiglio federale per il partito socialista la riceveremo a torte in faccia», indica un volantino. «Il Molino», sostengono gli occupanti nel volantino, è l'unico centro culturale non commerciale del Ticino...Viale Cassarate 8

Contatta il Molino

Contatto telefonico
+41(0)91 942 12 21

Per info generali:
CS()A il Molino
Viale Cassarate 8
6900 Lugano (Ch)

molino@inventati.org