Convenzione che verrà firmata stamattina.
Dopodiché agli autonomi verrà consegnata la chiave della struttura. Il Molino prenderà possesso, fino al 30 giugno, dell’ala ovest e di uno dei tre capannoni centrali dell’ex Macello.
Intanto, come già prevedeva il sindaco lunedì sera, sono arrivate le prime reazioni all’apertura della città nei confronti dell’autogestione. La prima, di protesta, da parte del consigliere comunale Ppd Paolo Sanvido, che ieri ha scritto una lettera al presidente della commissione della Gestione.
Una lettera in cui Sanvido annuncia uno sciopero silenzioso in Gestione, in cui parteciperà ma dal 13 gennaio al 13 febbraio non proferirà parola e non lavorerà ai capitoli del preventivo 2003 a lui affidati. Resterà in silenzio perché, « sembra che a Lugano si apra una nuova stagione in cui la disobbedienza civile è pagante e questa è una cosa che non mi sento di accettare e per la quale devo protestare » .
Anche la sezione del Ppd di Lugano esprime perplessità sulla decisione, sebbene apprezzi « lo sforzo fatto dal Municipio, con il sostegno del Cc per aver aperto subito un dialogo concreto con i Molinari, che ha permesso alle due parti di sottoscrivere una convenzione d’intenti » . La soluzione transitoria che vede i Molinari insediarsi in alcuni locali dell’ex Macello, sostiene la sezione Ppd, non soddisfa però la maggior parte della popolazione, né i che hanno i figli nelle scuole vicine: « Confidiamo che durante le trattative garanzie sul rispetto della legalità e della convivenza civile siano state fornite in modo concreto. Se dovessero essere disattese il Municipio dovrà intervenire subito, revocando immediatamente lo spazio messo a disposizione » . Il Ppd auspica che all’inizio dell’anno nuovo le trattative tra Municipio, rappresentanti del Cantone e Molinari siano riattivate al fine di trovare al più presto una sistemazione definitiva.

Potrebbero Interessarti:

https://www.inventati.org/molino/wp-content/uploads/2016/07/logo-molino-01.pnghttps://www.inventati.org/molino/wp-content/uploads/2016/07/logo-molino-01-150x150.pngRassegna stampaConvenzione che verrà firmata stamattina. Dopodiché agli autonomi verrà consegnata la chiave della struttura. Il Molino prenderà possesso, fino al 30 giugno, dell’ala ovest e di uno dei tre capannoni centrali dell’ex Macello. Intanto, come già prevedeva il sindaco lunedì sera, sono arrivate le prime reazioni all’apertura della città nei confronti...Viale Cassarate 8

Contatta il Molino

Contatto telefonico
+41(0)91 942 12 21

Per info generali:
CS()A il Molino
Viale Cassarate 8
6900 Lugano (Ch)

molino@inventati.org