Ma qual è stato l’esito della riunione di ieri? I rappresentanti delle istituzioni ( Giorgio Giudici, Giovanni Cansani e Claudio Chiapparino per la città di Lugano, la consigliera di Stato Patrizia Pesenti per il Cantone e Giampiero Gianella in qualità di mediatore) non hanno rilasciato commenti, dileguandosi in tutta fretta.
Hanno invece parlato gli autonomi. Per dire che: 1. « Tra noi e i nostri interlocutori il rapporto è molto buono: le trattative continuano e lunedì avremo una risposta che si spera positiva sulla sede transitoria per il Centro sociale » . 2. « I nostri interlocutori sono confrontati con personaggi politici e aree politiche reazionarie che non vogliono trovare una soluzione. Se questa parte prendesse il sopravvento, il gioco si farebbe molto pericoloso perché interrompere le trattative significherebbe tornare al punto di partenza » . 3. « Abbiamo rifiutato la proposta di sede nell’ex centro di Bassa Soglia ma nel contempo si sono affacciate nuove possibilità. Lunedì il Municipio di Lugano si riunirà e ci fornirà una risposta » .
Dove sta dunque il nodo del problema? La questione è evidentemente di natura politica: i rappresentanti delle istituzioni devono fare i conti, da una parte con la ricerca di una soluzione tesa a legittimare l’autogestione dopo anni di nulla di fatto, di silenzi e di scontri fra contrapposte posizioni; dall’altra deve ascoltare le critiche mosse da certi ambienti politici. Nelle scorse settimane, lo ricordiamo, sono partite all’indirizzo del Municipio di Lugano una mozione per chiedere un voto consultivo sulle rivendicazioni degli autonomi ( mozione firmata dai consiglieri comunali Marra, Etter e Sanvido) e un’interpellanza ( sottoscritta da Pessina, Olgiati, Antonini, Gilardi e Foletti) per vietare la manifestazione che i rappresentanti del Centro sociale avrebbero intenzione di organizzare per sabato 21 dicembre. « La manifestazione verrebbe annullata – specificano da parte loro gli autonomi – qualora l’attribuzione di una sede transitoria si realizzasse » .
Aggiornamenti sul fronte dell’autogestione sono attesi lunedì, giorno della riunione del Municipio e della seduta di Consiglio comunale.

Francesca Torrani

https://www.inventati.org/molino/wp-content/uploads/2016/07/logo-molino-01.pnghttps://www.inventati.org/molino/wp-content/uploads/2016/07/logo-molino-01-150x150.pngRassegna stampaMa qual è stato l’esito della riunione di ieri? I rappresentanti delle istituzioni ( Giorgio Giudici, Giovanni Cansani e Claudio Chiapparino per la città di Lugano, la consigliera di Stato Patrizia Pesenti per il Cantone e Giampiero Gianella in qualità di mediatore) non hanno rilasciato commenti, dileguandosi in tutta...Viale Cassarate 8

Contatta il Molino

Contatto telefonico
+41(0)91 942 12 21

Per info generali:
CS()A il Molino
Viale Cassarate 8
6900 Lugano (Ch)

molino@inventati.org