Ma certamente il capitolo del centro autogestito era quello più scottante, anche alla luce delle roventi prese di posizione di importanti esponenti della politica cittadina apparse recentemente sulla stampa. Al termine della riunione i partecipanti hanno convenuto di non rilasciare dichiarazioni ufficiali alla stampa; da quanto si sa la discussione è stata franca e aperta, non esattamente sulla linea di intransigente presentata negli scorsi giorni dai presidenti della sezione Plr Aldo Pessina e di quella Ppd Mimi Lepori- Bonetti. I punti di vista all’interno delle due maggiori forze politiche cittadine sono viceversa molteplici, e di conseguenza non sono state tirate conclusioni perentorie. Il problema insomma andrà ancora discusso ed analizzato. In generale sarebbe emersa la convinzione che uno spazio per l’autogestione va trovato, alla stregua delle maggiori città svizzere, e che le trattative con i “ molinari” dovrebbero proseguire. All’interpartita solitamente partecipano presidenti sezionali e caprogruppi in Consiglio comunale; nella riunione di ieri erano presenti per il Plr Aldo Pessina e Rocco Olgiati, per il Ppd Mimi Lepori- Bonetti e Giovanni Antonini, per la Lega Francesco Gilardi, per il Ps Daniela Baroni e Gianrico Corti. Il Municipio era rappresentato dal sindaco Giorgio Giudici, da Giovanni Cansani e dal segretario comunale Armando Zoppi, e dal direttore del Dicastero giovani Claudio Chiapparino.
Non sarebbero state prese decisioni particolari nemmeno sugli altri due argomenti in agenda, ovvero il progetto della Foce con relativi stabili per uffici e società sportive ( che la Commissione gestione ha deciso di ridurre) e quello per un ostello nell’area della Croce Verde, in occasione del trasloco a Breganzona di quest’ultimo. Un progetto, quello dell’ostello, cui il Municipio tiene molto. Per questo motivo ai consiglieri comunali è stato fatto un appello, perché soprattutto nella Commissione della gestione il progetto, anche a causa del suo costo ( preventivato in 3,4 milioni di franchi) avrebbe causato diverse perplessità.

la regione 5 12 02

Potrebbero Interessarti:

https://www.inventati.org/molino/wp-content/uploads/2016/07/logo-molino-01.pnghttps://www.inventati.org/molino/wp-content/uploads/2016/07/logo-molino-01-150x150.pngRassegna stampaMa certamente il capitolo del centro autogestito era quello più scottante, anche alla luce delle roventi prese di posizione di importanti esponenti della politica cittadina apparse recentemente sulla stampa. Al termine della riunione i partecipanti hanno convenuto di non rilasciare dichiarazioni ufficiali alla stampa; da quanto si sa la...Viale Cassarate 8

Contatta il Molino

Contatto telefonico
+41(0)91 942 12 21

Per info generali:
CS()A il Molino
Viale Cassarate 8
6900 Lugano (Ch)

molino@inventati.org