Il dialogo si era come noto interrotto giovedì scorso, anche un po’ bruscamente, quando proprio nel corso di una riunione era trapelata la notizia che un gruppo di autonomi del Maglio avrebbe inscenato l’indomani una manifestazione di protesta nel corso dell’inaugurazione del nuovo Casinò di Lugano. Cosa puntualmente avvenuta ad opera di una cinquantina di giovani. Ma la volontà di dialogare ha infine prevalso anche su questo nuovo possibile terreno di scontro.
Lunedì scorso i giovani del Molino hanno scritto una lettera al Municipio di Lugano dichiarando la loro disponibilità a riprendere le discussioni e le trattative, in particolare per ottenere in assegnazione provvisoria alcuni spazi dell’ex- macello comunale. Questa prospettiva aveva nel frattempo già suscitato alcune reazioni negative, in particolare delle sezioni di Lugano del PLR e del PPD, obiezioni in parte superate dopo la riunione di martedì pomeriggio della commissione interpartitica, in cui siedono i presidenti ed i capigruppo dei partiti presenti in Consiglio comunale a Lugano, che aveva dato sostanzialmente via libera alla ripresa delle trattative con gli autonomi.
Forte di questa legittimazione politica, il Municipio cittadino ha formalizzato ieri mattina la decisione, annunciando che « si prevede un nuovo incontro tra le parti per la settimana prossima » . La data precisa non è stata annunciata perché non ancora concordata con gli autonomi del Molino. Per la parte di tavolo per così dire istituzionale è stata annunciata la presenza di una delegazione del Municipio e anche del Consiglio di Stato. I termini della trattativa con gli autonomi del Maglio per l’assegnazione dell’ex- macello come sede provvisoria dell’autogestione sono d’altronde ben definiti e il Municipio cittadino li ha ribaditi anche la settimana scorso nel corso dell’incontro con la commissione di quartiere del Centro: periodo limitato a 6 mesi e concessione degli spazi vincolata all’assunzione da parte degli autonomi di precise responsabilità. « Se le condizioni non dovessero essere rispettate si provvederebbe immediatamente allo sgombero » precisa il Municipio, indicando che il dialogo in corso con gli autonomi è « franco e chiaro » .

Potrebbero Interessarti:

https://www.inventati.org/molino/wp-content/uploads/2016/07/logo-molino-01.pnghttps://www.inventati.org/molino/wp-content/uploads/2016/07/logo-molino-01-150x150.pngRassegna stampaIl dialogo si era come noto interrotto giovedì scorso, anche un po' bruscamente, quando proprio nel corso di una riunione era trapelata la notizia che un gruppo di autonomi del Maglio avrebbe inscenato l'indomani una manifestazione di protesta nel corso dell'inaugurazione del nuovo Casinò di Lugano. Cosa puntualmente avvenuta...Viale Cassarate 8

Contatta il Molino

Contatto telefonico
+41(0)91 942 12 21

Per info generali:
CS()A il Molino
Viale Cassarate 8
6900 Lugano (Ch)

molino@inventati.org