E si è saputo qualcosa di più anche sulle conseguenze della manifestazione. Due ticinesi infatti sono stati denunciati alla Procura di Como per aver violato il divieto di ingresso in Italia dal 1° al 15 luglio, ovvero il periodo di sospensione del trattato di Schengen scattato in vista del G8 dell’Aquila. Sulla cosiddetta ‘lista nera’ redatta dopo il summit di Genova c’erano pure i due ticinesi, tra i più attivi sabato pomeriggio a Ponte Chiasso. Morale: sono stati denunciati assieme a cinque ‘no global’ lombardi (due comaschi, due milanesi ed un lecchese) per blocco stradale. Una trentina (tra cui altri quattro ticinesi) quelli segnalati alla magistratura lariana per partecipazione a manifestazione non autorizzata. Un giovane milanese è stato accusato di resistenza e lesioni a pubblico ufficiale per aver rifilato un calcione ad un agente che con una telecamera stava riprendendo la protesta. Il ragazzo sostiene di essere stato provocato da un poliziotto in borghese. Sarà la magistratura ora a chiarire come sono andati i fatti. Intanto, sino alla mezzanotte di venerdì 15 continua alle dogane il presidio da parte delle forze dell’ordine, per l’occasione rafforzate.

Potrebbero Interessarti:

http://www.inventati.org/molino/wp-content/uploads/2016/07/logo-molino-01.pnghttp://www.inventati.org/molino/wp-content/uploads/2016/07/logo-molino-01-150x150.pngRassegna stampaE si è saputo qualcosa di più anche sulle conseguenze della manifestazione. Due ticinesi infatti sono stati denunciati alla Procura di Como per aver violato il divieto di ingresso in Italia dal 1° al 15 luglio, ovvero il periodo di sospensione del trattato di Schengen scattato in vista del...Viale Cassarate 8

Contatta il Molino

Contatto telefonico
+41(0)91 942 12 21

Per info generali:
CS()A il Molino
Viale Cassarate 8
6900 Lugano (Ch)

molino@inventati.org