«
Se la Casetta verrà affidata alla nostra associazione cercheremo di estendere il più possibile la fascia di età di partecipanti alle attività che organizzeremo
» . Ha le idee chiare
Vinko Bilusic
, membro dei “ Giovani di Bellinzona”, sul futuro del centro giovanile cittadino. Studente al secondo anno al Liceo di Bellinzona, Vinko ha costituito un gruppo di amici e compagni di scuola – in “ prima linea” sono 10- 15 ( «
ma sono molti di più i giovani ai quali piacerebbe che la Casetta riaprisse
» ) – con l’obiettivo di rilevare la casa ex Zoni dopo la breve esperienza dell’associazione “ La Crisalide” che era a sua volta subentrata, nella primavera di un anno fa, e non senza polemiche, a “ L’Ortika”, inquilina della struttura per quasi sei anni. «
Il Municipio
– continua lo studente –
è molto disponibile, ma prima di affidarci la casa ex Zoni, qualora lo voglia fare, deve procedere ad alcuni interventi. Negli incontri che abbiamo avuto finora le parti hanno avanzato delle precise richieste: si sta comunque arrivando ad un accordo. Noi speriamo di riuscire a concludere le trattative entro l’inizio del prossimo anno scolastico o quantomeno entro la fine dell’anno. Certamente sarebbe bello disporre del Centro già per quest’estate…
» . Sì, perché i “ Giovani di Bellinzona” nel frattempo non sono rimasti con le mani in mano e prima di bussare alla porta del Municipio hanno già programmato la loro autogestione.
Tra attività culturali e ricreative quali proiezioni di film, conferenze ed esposizioni si fanno largo due novità… artistico- musicali. «
L’idea che più ci sta a cuore è l’organizzazione di atelier creativi di pittura per gli allievi delle Medie. Inoltre siamo stati contattati da un gruppo di mu- sicisti interessato a creare uno studio di registrazione in cantina. Una richiesta da valutare con attenzione ma se avremo i mezzi finanziari per farlo non è detto che non possa essere accolta
» .
I “ Giovani di Bellinzona” erediterebbero la Casetta dalla “ Crisalide”.
Un’esperienza relativamente breve quella di quest’ultima associazione che ha abitato la struttura dal febbraio 2004 allo scorso autunno: «
Non ce la sentivamo più
– sottolinea
Massimiliano Ay
, membro de “ La Crisalide” –
di portare avanti l’autogestione. Il Municipio di Bellinzona, d’accordo con noi, ha preferito quindi chiudere il Centro alla luce anche di alcuni atti di vandalismo che si erano verificati. Fa piacere comunque che gli studenti del Liceo che sono ora interessati a gestire la casa ex Zoni partecipavano alle nostre attività
» .
DELDA

Potrebbero Interessarti:

https://www.inventati.org/molino/wp-content/uploads/2016/07/logo-molino-01.pnghttps://www.inventati.org/molino/wp-content/uploads/2016/07/logo-molino-01-150x150.pngRassegna stampa« Se la Casetta verrà affidata alla nostra associazione cercheremo di estendere il più possibile la fascia di età di partecipanti alle attività che organizzeremo » . Ha le idee chiare Vinko Bilusic , membro dei “ Giovani di Bellinzona”, sul futuro del centro giovanile cittadino. Studente al secondo anno al Liceo di...Viale Cassarate 8

Contatta il Molino

Contatto telefonico
+41(0)91 942 12 21

Per info generali:
CS()A il Molino
Viale Cassarate 8
6900 Lugano (Ch)

molino@inventati.org