Dietro di loro chiazze di nafta nel lago e ossa rotte. Ossa di pagliacci che protestavano e magari hanno protestato troppo. Non conta: sono fratture marginali, di gente incapace di godersi la lucentezza metallica della forza. Molti altri non sono stati tanto schizzinosi e sono accorsi in massa ad ammirare le falangi schierate del nostro piccolo esercito. L’istrice nano che ci “difende” da chissà chi. Centomila sudditi entusiasti si sono riversati in città per esercitare la propria fantasia di guerrieri del weekend, sicuri di non doversi mai trovare ad ammirare uno di quei prodigi della tecnica in azione. Perché le guerre si ammirano qui ma si fanno altrove. Hanno portato anche i bambini: soldatini di domani. Qualcuno ha potuto sparare con il simulatore di tiro. Bravi bimbi, così si fa. Vostri coetanei in Africa sparano davvero e non crescono più.
A pochi tra i plebei plaudenti viene dato di constatare ciò che fa una di quelle armi a un corpo umano; nessuno di loro ha visto cosa combinano quei giocattoli alle case, alle famiglia, ai paesi. Le ammirano, i popolani, come si ammira una cosa qualsiasi, nella quale la potenza di morte è solo potenza e non si dispiega in atto.
Ma dietro a tutto il fulgore ferreo delle armi moderne si nasconde la ferocia belluina che c’è sempre stata. Non importa se dilani il nemico di dieci chilometri con un razzo teleguidato o gli apri la gola a morsi. Il gesto è quello, la guerra è questa.
Noi siamo contenti che se ne siano andati e tristi che a contestarli fossero in pochi e quei pochi siano finiti pesti e rotti. Un paese che vuole nascondere i propri mendicanti e costruisce asili per i senza tetto, si vergogna della povertà nelle strade. Ma trova normale esibirvi la morte, applaudita e tronfia.

Potrebbero Interessarti:

https://www.inventati.org/molino/wp-content/uploads/2016/07/logo-molino-01.pnghttps://www.inventati.org/molino/wp-content/uploads/2016/07/logo-molino-01-150x150.pngRassegna stampaDietro di loro chiazze di nafta nel lago e ossa rotte. Ossa di pagliacci che protestavano e magari hanno protestato troppo. Non conta: sono fratture marginali, di gente incapace di godersi la lucentezza metallica della forza. Molti altri non sono stati tanto schizzinosi e sono accorsi in massa ad...Viale Cassarate 8

Contatta il Molino

Contatto telefonico
+41(0)91 942 12 21

Per info generali:
CS()A il Molino
Viale Cassarate 8
6900 Lugano (Ch)

molino@inventati.org