Noi riteniamo che questo sia dovuto non tanto alla presenza dei richiedenti, ma alla vici­nanza della stazione Ffs e dello snodo autostradale » aggiungono. « Besso ( 5000 abitanti di cui 2100 stranieri) è diventato un quartiere senz’anima e soffre di scelte pianificatorie sbagliate: questo vogliamo segnalare all’indiffe­renza delle autorità » . Con il ‘ vostro’ primo maggio, invece, cosa volete dire? « Vogliamo estendere la manife­stazione ad altri ambiti: la nostra lot­ta non è legata solo ai problemi del la­voro, ma più ampiamente al precaria­to esistenziale, a sua volta generato dall’ingiustizia, l’instabilità e l’indif­ferenza che caratterizzano la nostra società. Viviamo in una stratificazio­ne dei diritti, dove la democrazia è solo formale: i diritti, in realtà, dipen­dono dal grado d’integrazione del cit­tadino. Un buon esempio sono i diver­si tipi di permessi per gli stranieri. Al­l’ultimo stadio ci sono i Nem, che non hanno neppure il diritto di essere espulsi… loro vivono la nostra demo­crazia come una dittatura. Ma oggi non occorre essere disoccupato per es­sere escluso, anche il 15% dei lavorato­ri è povero e stenta! Tutto questo vo­gliamo portare in strada martedì… » . La manifestazione è stata autorizza­ta?
« La polizia ha dato un preavviso favorevole, aspettiamo la risposta uf­ficiale » .
Prima del corteo, dalle 12 davanti al piazzale della chiesa di S. Nicolao si terrà un pranzo sociale, allietato dal­la Nifea Blues Band; al termine, al Molino, ci sarà un apéro musicale con gli Ajelé. A Bellinzona durante la mattinata si svolgerà la manifestazio­ne dei sindacati: la street parade di Lugano è stata appositamente previ­sta al pomeriggio perché il corteo lu­ganese non si oppone alla manifesta­zione ufficiale del primo maggio, ben­sì ‘inspira e cospira’ in modo… alter­nativo.
Il Cpe si propone come rete per per­sone che operano in ambiti diversi (per l’ambiente, in favore degli emar­ginati, nella scuola, ecc.) uniti da va­lori – primo fra tutti la solidarietà – diversi di quelli che reggono la so­cietà neo-liberista.
Informazioni e aggiornamenti sul sito www.ecn.org/molino.

https://www.inventati.org/molino/wp-content/uploads/2016/07/logo-molino-01.pnghttps://www.inventati.org/molino/wp-content/uploads/2016/07/logo-molino-01-150x150.pngRassegna stampaNoi riteniamo che questo sia dovuto non tanto alla presenza dei richiedenti, ma alla vici­nanza della stazione Ffs e dello snodo autostradale » aggiungono. « Besso ( 5000 abitanti di cui 2100 stranieri) è diventato un quartiere senz’anima e soffre di scelte pianificatorie sbagliate: questo vogliamo segnalare all’indiffe­renza delle...Viale Cassarate 8

Contatta il Molino

Contatto telefonico
+41(0)91 942 12 21

Per info generali:
CS()A il Molino
Viale Cassarate 8
6900 Lugano (Ch)

molino@inventati.org