Ma i sei imputati hanno impugnato la decisione della pubblica accusa e ieri sono dunque stati convocati a processo alla Pretura penale di Bellinzona. Esito: tutti prosciolti. Il giudice Giovanni Celio ha decretato l’assoluzione, riconoscendo la natura pacifica della manifestazione inscenata dal gruppo. Era la notte di Capodanno del 2007 e, come abitudine da alcuni anni, il Centro sociale autogestito aveva rinnovato davanti al cortile del penitenziario cantonale della Stampa un raduno di solidarietà ai carcerati.

Secondo l’accusa, sostenuta ieri in aula dal procuratore pubblico Andrea Maria Balerna, l’episodio aveva costituito un assembramento di persone, sfociato in un atto di violenza su cose mobili: in quella circostanza vennero infatti imbrattati con spray due muri del penitenziario. Un epilogo, questo, per cui non è però stato trovato il o gli autori. Gli agenti del carcere chiamarono la polizia che prese i nomi degli astanti e allontanò il gruppo.

Ieri la difesa, rappresentata dall’avvocato Costantino Castelli, ha chiesto e ottenuto l’assoluzione per tutti e sei gli imputati, ritenendo inappropriata l’imputazione di sommossa. Una tesi accolta dal giudice, il quale ha dunque emesso un verdetto di non colpevolezza.

Potrebbero Interessarti:

https://www.inventati.org/molino/wp-content/uploads/2016/07/logo-molino-01.pnghttps://www.inventati.org/molino/wp-content/uploads/2016/07/logo-molino-01-150x150.pngRassegna stampaMa i sei imputati hanno impugnato la decisione della pubblica accusa e ieri sono dunque stati convocati a processo alla Pretura penale di Bellinzona. Esito: tutti prosciolti. Il giudice Giovanni Celio ha decretato l’assoluzione, riconoscendo la natura pacifica della manifestazione inscenata dal gruppo. Era la notte di Capodanno del...Viale Cassarate 8

Contatta il Molino

Contatto telefonico
+41(0)91 942 12 21

Per info generali:
CS()A il Molino
Viale Cassarate 8
6900 Lugano (Ch)

molino@inventati.org