Qualche manipolo di persone, alcuni striscioni e le solite facce hanno macchiettato nel pomeriggio di oggi, sabato 8 dicembre, il centro di Bellinzona per quella che sarebbe dovuta essere una grande manifestazione “contro la repressione di Stato”.
Il tutto si è risolto in una specie di passeggiata senza coinvolgimento della popolazione che invero era in ben altre e più serie faccende affaccendata (“shopping” prenatalizio, consultazione del nuovo orario ferroviario, e così via).
All’origine del corteo l’intenzione di esprimere una protesta vibrata contro quelle che sono state definite “le aggressioni della Polizia” in occasione dell’ultima delle “Giornate dell’Esercito” a Lugano, domenica 25 novembre. Le cose erano in realtà andate in modo diametralmente opposto; ma, al solito, i venditori di fumo ci provano e ci hanno provato un’altra volta. Complimenti vivissimi a chi li dà loro retta.

https://www.inventati.org/molino/wp-content/uploads/2016/07/logo-molino-01.pnghttps://www.inventati.org/molino/wp-content/uploads/2016/07/logo-molino-01-150x150.pngRassegna stampaQualche manipolo di persone, alcuni striscioni e le solite facce hanno macchiettato nel pomeriggio di oggi, sabato 8 dicembre, il centro di Bellinzona per quella che sarebbe dovuta essere una grande manifestazione 'contro la repressione di Stato'. Il tutto si è risolto in una specie di passeggiata senza coinvolgimento della...Viale Cassarate 8

Contatta il Molino

Contatto telefonico
+41(0)91 942 12 21

Per info generali:
CS()A il Molino
Viale Cassarate 8
6900 Lugano (Ch)

molino@inventati.org