Tra i luoghi presi in considerazione per il nuovo dormitorio per senzatetto c’è anche l’ex macello. Il Ps nei giorni scorsi ha proposto un uso multifunzionale della struttura con all’interno anche dei posti letto. L’idea socialista è stata discussa in Municipio, alla presenza di Fra Martino, che ha apprezzato la proposta anche per la centralità dell’ex macello. Al momento, questa è una delle diverse soluzioni, e l’Esecutivo resta alla ricerca del posto adatto.

Intanto il Movimento dei Senza Voce e l’inchiesta pubblicata dal quindicinale “Area” hanno portato alla luce un fenomeno in crescita legato alle persone che dormono nelle sale d’attesa delle stazioni ferroviarie, in case abbandonate o in cantieri. Il Movimento ha organizzato un’altra uscita notturna e cerca volontari. Chi fosse interessato può contattare Casa Astra (tel +41 91 647 46 47, mobile +41 77 44 88 572). «L’idea dell’associazione – ci spiega Donato Di Blasi, direttore di Casa Astra – è di rendere questo aiuto più regolare cercando di monitorare la situazione». Come? «Avvicinando le persone per capire chi sono, da dove arrivano, perché e chi di loro ha accesso ai servizi che sono pochi ma ci sono come May Day di Sos Ticino, almeno per le questioni mediche, la mensa a Lugano per i pranzi e la doccia e il nostro centro a Ligornetto. L’intento è di indicare i luoghi di assistenza e i servizi». Dai primi contatti, spiega Di Blasi, «sappiamo che arrivano con la chimera di una Svizzera Eldorado dove trovare facilmente un posto di lavoro. Invece non hanno praticamente nessuna speranza di trovare un’occupazione, visto che non hanno particolari specializzazioni. Alcuni arrivano da noi quando abbiamo posto. Sono persone disperate di diverse nazionalità e provenienza. Fossero in un centro di accoglienza potrebbero comprendere la situazione del mercato del lavoro in Ticino. Finché non vengono informati non se ne vanno perché pensano di essere sfortunati a non trovare un impiego». Casa Astra, aperta da dieci anni, vorrebbe spostarsi a Mendrisio in una struttura più capiente e aprire un altro centro a Bellinzona. I centri sarebbero, come Casa Astra, indirizzati alla popolazione locale e a persone di passaggio.

Potrebbero Interessarti:

https://www.inventati.org/molino/wp-content/uploads/2016/07/logo-molino-01.pnghttps://www.inventati.org/molino/wp-content/uploads/2016/07/logo-molino-01-150x150.pngRassegna stampaTra i luoghi presi in considerazione per il nuovo dormitorio per senzatetto c’è anche l’ex macello. Il Ps nei giorni scorsi ha proposto un uso multifunzionale della struttura con all’interno anche dei posti letto. L’idea socialista è stata discussa in Municipio, alla presenza di Fra Martino, che ha apprezzato...Viale Cassarate 8

Contatta il Molino

Contatto telefonico
+41(0)91 942 12 21

Per info generali:
CS()A il Molino
Viale Cassarate 8
6900 Lugano (Ch)

molino@inventati.org