Finalmente la prima giornata

Tutti e tutte l’aspettavamo, la prima giornata di questa strana cosa, torneo Dimondi: un po’ torneo di calcio, un po’ evento culinario, più che altro un modo per incontrarsi e divertirsi con la scusa del pallone. Che un pallone rotolante da prendere a calci è bello sempre; se poi oltre al pallone c’è l’antirazzismo, la presa bene, i cori, lo stare in campo per divertirsi e basta, e un buon piatto di pasta alla fine, è bello di più.

E ci chiedevamo come sarebbe andata, questa strana cosa che ci accingevamo a vivere.. beh adesso lo sappiamo, è stata una gran bella giornata. Lunga, intensa e a tratti difficile, come ogni prima giornata che si rispetti. Ma soprattutto bella.

Era il primo novembre. Appuntamento dopo pranzo al giardino Parker Lennon, che poi è quello della Torretta e del Guernelli. Due campi: uno di duro cemento, un altro d’erba soffice (che l’erba cresce, e il Lomba col suo decespugliatore non è sempre dove te lo aspetti). Con le linee del campo che si nascondono nel verde, e più che vederle le devi indovinare… Ma pazienza, anzi meglio così, lo sappiamo che per giocare le linee non sono indispensabili, e mal che vada ce le immaginiamo.

fallo laterale

“Oh, era qui un minuto fa, la linea… E chi se l’è portata via? “

 

Pronti via, facciamo una riunione in mezzo al campo, così ci salutiamo e ci presentiamo, ogni squadra la sua storia, e ci capiamo sulle particolari regole di questo torneo; che poi tutto si riassume al concetto di Presa Bene, ovvero giocare per divertirsi, senza prevaricare, senza dover dimostrare di essere più forte di nessuno. Il concetto ci piace, tanto che abbiamo deciso di dedicargli un’intera classifica, una delle tre di questo torneo.

riunione pre partita

 

Intanto, c’è qualcuno che si si maschera… Per spaventare gli avversari?

iVeriMostri

 

Ma no, lo sappiamo che è un torneo non competitivo… Sono i giocatori di Progetto Ultrà che festeggiano halloween, e approfittano dell’analogia per lanciare un messaggio:

striscione

 

Striscioni e cartelloni a bordo campo in effetti non potevano mancare; ecco quello del Grinta:

IMG_0082

 

E finalmente si gioca, dunque. Sul campo in cemento i Ragazzi di San Donato affrontano Hic Sunt Leones:

WP_20151101_16_09_48_Pro

SanDon.HicSL01

IMG_0084

 

Partita tesa, i ragazzi ce la mettono tutta, qualche giocata è davvero bella, peccato che c’è un po’ di aggressività di troppo, e un clima non proprio da presa bene.

Sull’altro campo, intanto, Zaccarelli Republic affronta Kick the Rich:

KtR.Zac01

Purtroppo della partita abbiamo solo questa foto, ci scusiamo con le due squadre. Cerchiamo di far meglio per la prossima!

 

E a seguire, sempre sul campo in erba (alta), è il momento di Resim contro Progetto Ultrà:

ProgU.ReSim01

 

Scambio regali

C’è anche uno scambio di regali a inizio partita

 

fallo laterale02

E si continuano a cercare le linee: “Oh, son mica sicuro che fosse qua il fondo campo.. mi pareva più avanti..”

 

Angolo

Trovata la quadra, tutti in posizione per il calcio d’angolo

 

Mentre sull’altro campo, si avvicina il momento dell’attesa partita tra Grinta e Lungoreno Fc:

IMG_0070

Il riscaldamento è una cosa che va fatta con calma e nonchalance

 

IMG_0085

Prima della partita…

 

WP_20151101_17_03_38_Pro

…e dopo

La partita è tirata e divertente, col risultato in bilico fino all’ultimo minuto, quando il Grinta acciuffa un pareggio che era ormai insperato.

WP_20151101_16_30_14_Pro

WP_20151101_16_36_04_Pro

Finita la giornatasul campo, si tirano un po’ di somme. Vittoria sul campo per i Ragazzi di San Donato, Progetto Ultrà e Zaccarelli; un punto per Grinta e Lungoreno Fc; sconfitta per Hic Sunt Leones, ReSim e Kick the Rich.

cartellone

Ma soprattutto, finiti gli sforzi sul campo, iniziano quelli al tavolino: è il momento del Terzo Tempo, nella storica sala scacchi del circolo Guernelli. E’ un momento irrinunciabile del torneo, per molti e molte sicuramente il più atteso.

terzo tempo 1

terzo tempo 2

One thought on “Finalmente la prima giornata

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *