Set 302018
 
Cremona - La Cassazione conferma il reato di devastazione e saccheggio

Il 25 settembre è stata emessa la sentenza di cassazione per i fatti riguardanti il corteo antifascista del 24 gennaio 2015 svoltosi a Cremona. La cassazione ha dunque confermato le condanne pronunciate in secondo grado di giudizio, ovvero 3 anni e 8 mesi di carcere per l’ormai sdoganatissimo reato di “devastazione e saccheggio”. Quel giorno, nella tranquilla Cremona tante/i compagne/i decisero di dare una risposta chiara e decisa all’agguato fascista contro il centro sociale “Dordoni”, […]

Set 112018
 
Appello a dieci giorni di mobilitazione contro frontiere e razzismo di Stato in occasione del processo per i fatti del Brennero

Riceviamo e pubblichiamo. Il 12 ottobre, presso il tribunale di Bolzano, comincerà il processo contro 63 imputati e imputate per la manifestazione Abbattere le frontiere tenutasi al Brennero il 7 maggio 2016. Si tratta del primo troncone giudiziario, a cui ne seguirà un altro con altrettanti imputati. Nel frattempo, gli arrestati durante il corteo del 2016 a cui è stato fatto il processo d’appello si sono visti confermare la condanna a un anno e due […]

Apr 262018
 
22 Aprile da Claviere a Briançon - Corteo contro le frontiere

                                                                                             Riceviamo e pubblichiamo           Dal rifugio autogestito Chez Jesus, Claviere alta Val di Susa ATTRAVERSANDO IL CONFINE – CORTEO CONTRO LE FRONTIERE Ieri 22 aprile […]

Feb 132017
 
Firenze - NON CHIEDETECI LA PAROLA – a proposito degli arresti del 31 gennaio

                                                                                                                    “Non chiederci la parola che mondi possa aprirti, sì qualche storta sillaba e secca come un ramo. Questo solo oggi noi possiamo dirti, ciò che non siamo, ciò che non vogliamo.” Sono tempi cupi, e non solo a Firenze. Da una parte un’umanità per tre quarti annegata che muore di fame, bombardamenti, embarghi, controlli militari e di polizia, detenzione e internamento, lavoro salariato e migrazione forzata, razzismo e frontiere. Dall’altra un’umanità per tre quarti cloroformizzata, che a volte cerca di battersi contro una vita sempre più miserabile, più spesso abbocca alle sirene del potere. Odio tra poveri, riverenza per i padroni, diffidenza verso chi si ribella. […]