MANIFESTAZIONE a FIANCO DELLA RESISTENZA KURDA

manifesto_7_aprile.jpg
Leggi tutto...
 

Primo Arte Migrante Pisa primaverile

vol_generale.png
Leggi tutto...
 

La tutela del bene pubblico inizia dalle fondamenta

E' di oggi la notizia che Duccio Astaldi, presidente del consiglio di gestione della Condotte spa, è stato arrestato e attualmente si trova ai domiciliari nell'ambito di una inchiesta per una presunta tangente per i lavori di realizzazione di tre lotti dell'autostrada Siracusa-Gela. Un'inchiesta questa che prevede da parte della Procura di Messina accuse, a vario titolo, di turbata libertà degli incanti, abuso d’ufficio e corruzione.
A Pisa, questa non è la prima volta che sentiamo parlare di Condotte Spa e non è nemmeno la prima volta che un dirigente di questa società viene arrestato. Era infatti il 2016 quando Mariano Aprea, amministratore unico di Condotte spa, e a quel tempo Presidente del Consiglio d'amministrazione del PISAMOVER (la società che ha gestito la costruzione del People Mover) viene messo agli arresti domiciliari, nell'ambito di una inchiesta nazionale per corruzione.
Condotte spa, ormai è di casa a Pisa, e la risentiamo nominare proprio nell'aggiudicazione di un altro grosso appalto pisano che prevede la costruzione del terzo lotto dell'Ospedale di Cisanello. Il vincitore provvisorio infatti dell'appalto è INSO spa (che già aveva partecipato alla costruzione del People Mover e società controllata di Condotte spa).
Non solo su Condotte spa e le sue alte sfere dirigenziali gravano da anni accuse importanti, ma è inoltre sull'orlo del fallimento come dimostra la richiesta di concordato preventivo presentata da Condotte e accettata poche settimana fa dal Tribunale di Roma.
Plurime ipotesi di corruzione in numerosi appalti in Italia, coinvolgimenti a vario titolo in numerose inchieste e indagini, che evidenziamo da tempo, non hanno impedito che la società controllata da Condotte Spa, la INSO spa, vincesse l'appalto dell'Ospedale di Cisanello.
Cosa dovrà ancora accadere per convincere che quanto meno “qualcosa non va”, volendo lasciare ogni accertamento alla magistratura, in questo sistema di scatole cinesi che si sta appropriando della città?
Quali rischi dovrà affrontare la cittadinanza in quanto a materiali e correttezza delle costruzioni? Ricordiamo bene che una parte dell'inchiesta che travolse il People mover con altri appalti italiani, poneva dubbi anche sulla qualità dei materiali impiegati.
Il nesso tra grandi opere, spesso inutili e sistema criminale nel caso di Condotte spa sembra essere confermato in più di un caso, ma il problema è di quella politica e di quegli enti pubblici che in tutti questi anni gli hanno spalancato le porte provocando non solo la distruzione di un territorio ma anche l'attecchire di questo sistema.

 

Parole che soffiano su un fuoco

Da anni ormai l’Amministrazione comunale sostiene una politica di “contenimento numerico” e di “numero chiuso” nei confronti di specifici gruppi etnici o nazionali: rom, sinti, richiedenti asilo, migranti africani, e così via. Gli assessori e il Sindaco di questa città ripetono lo stesso mantra, come un ritornello: i rom (o i rifugiati, i migranti in fuga dalla Libia…) non devono essere “troppi”, i numeri devono essere “sostenibili”, non si deve superare una certa “soglia”, e via discorrendo.

In questa direzione vanno le recenti dichiarazioni dell’Assessora Capuzzi, a proposito della possibile chiusura del campo di Via Maggiore a Oratoio. L’assessore da un lato annuncia lo sgombero definitivo dell’insediamento, dall’altro lato fornisce le cifre di quanti rom siano presenti sul territorio, e di come siano diminuiti negli anni a seguito dei provvedimenti di allontanamento assunti dal Comune.

Sono dichiarazioni che suonano sinistre per chi in questi giorni abbia celebrato il Giorno della Memoria. Come noto, il Presidente Mattarella ha nominato senatrice a vita Liliana Segre, deportata ad Aushwitz quando era bambina e quindi reduce della Shoah: proprio la nomina della Segre ha sollecitato riflessioni relative allo sterminio degli ebrei, agli atti e ai discorsi che l’hanno preceduto e legittimato.

 

Leggi tutto...
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Pross. > Fine >>

Risultati 1 - 9 di 2032
Joomla SEF URLs by Artio