Controinforma-ti🏴‍☠️
1.29K subscribers
302 photos
8 videos
1 file
149 links
Canale di controinformazione del sud delle Alpi, nata dal basso.
Lotte internazionaliste.
Supporto alle realtà locali e alle lotte anti autoritarie.
Download Telegram
RICEVIAMO E DIFFONDIAMO

Giovedi 13 ottobre – Presentazione opuscolo ” Dietro le quinte. Appunti sulla guerra e lo sviluppo tecno-scientifico”
Soa il Molino
RICEVIAMO E DIFFONDIAMO

L'indifferenza isola è discrimina!

Presidio a Bellinzona, Piazza del Governo, mercoledì 12.10.2022 alle ore 19

Collettivo R-esistiamo
Sabato 15 ottobre 2022
Ore 18
Piazza del Sole
Bellinzona

PRESIDIO "Con Jina (Mahsa) Hadis e le altre Sorelle in Iran nel cuore... disarmiamo unit* la violenza del patriarcato in tutte le sue forme"

Kollettiva Jiyan
Non permettiamo l’assassinio di Alfredo Cospito in sciopero della fame dal 20 ottobre. Appello per una mobilitazione internazionale

https://ilrovescio.info/2022/10/25/non-permettiamo-lassassinio-di-alfredo-cospito-appello-per-una-mobilitazione-internazionale/
FUORI ALFREDO DAL 41 BIS!
Chiudere il 41 bis, liberi tutti e tutte!

Manifestazione a Roma
12 Novembre 2022 H.15
Forwarded from Galipettes Milano
Il presidio sotto la gru occupata si è sciolto. I compagni sono scesi senza che la polizia li fermasse e ci hanno raggiunto. La lotta in solidarietà allo sciopero della fame di Alfredo, Juan e Ivan è solo all'inizio. Ci vediamo nelle strade.

CONTRO IL 41 BIS!
PER UN MONDO SENZA GALERE!
TUTTI LIBERI TUTTE LIBERE
RICEVIAMO E DIFFONDIAMO

3 TAZze belle fumanti, per riscaldare il desolante scenario ipocrita di questa città!

19 novembre: "Ma quale cultura dal basso? La nostra è controcultura di strada"

10 dicembre: mercato popolare "eat the rich et baise la police"

25 dicembre: Trashing Christmas and Happy New Fear, il grande ritorno!

Dettagli e luoghi verranno comunicati in seguito!

Soa il Molino
RICEVIAMO E DIFFONDIAMO

Sabato 19 Novembre
Ma quale cultura dal basso? La nostra è controcultura di strada!

Giornata di street art, spettacoli, poesie e graffi alle pareti, con concerti Hip Hop e Dj-set

Soa il molino
Ciao a tutt* oggi dalle ore 13.30 ci troveremo nel prato dietro al CSOA Molino per la prima delle tre TAZze belle fumanti!
Ma quale cultura dal basso?
La nostra è controcultura di strada!
Porta la tua passione e il tuo sapere da condividere. Giornata di street art, spettacoli, poesie e graffi alle pareti, con concerti Hip Hop e Dj-set.

Durante tutta la giornata DJ Set di Junior The Drunk.E alla sera concerto di Simone da Locarno!
Venite numeros*

Contro il progetto Matrix e il suo mondo, fatto di speculazione e oppressione, non un passo indietro!

SOA Il molino
Oggi 20 novembre dalle ore 14:00 ci troveremo fuori dalle mura del carcere di Opera per un presidio. passeremo un pomeriggio solidale con tutti i reclusi e con Alfredo Cospito, prigioniero anarchico rinchiuso in 41 bis che dal 20 di ottobre ha intrapreso uno sciopero della fame proprio contro questo regime carcerario.

AL FIANCO DI ALFREDO E DI TUTTI I DETENITI!
CONTRO IL 41 BIS
CONTRO OGNI GALERA
📢 DAY-X IS NOW!

To all friends of #Rojava, to the press and public:
On the night from the 19th to the 20th of November the turkish fascist state started a new operation against the liberated lands of Rojava, North-Eastern Syria and Southern #Kurdistan.

#WeSeeYourCrimes and we do not stay silent! The last attacks show another escalation on the ground and have to be understood as a preparation for another invasion. This why we say: “DAY-X is Now“ and we call on everybody to act according to that!

➡️Take action immediately, together we #RiseUp4Rojava!
➡️NO WAR ON NORTHERN SYRIA – STOP ANOTHER TURKISH MILITARY INVASION
➡️ Read & spread our call: riseup4rojava.org

📢 Let us together #SmashTurkishFascism

#TurkeyAttacksRojava #Rojava
Traduzione:
TRADUZIONE

📢 IL DAY-X È ORA!

A tutti gli amici del #Rojava, alla stampa e al pubblico:
Nella notte tra il 19 e il 20 novembre lo Stato fascista turco ha iniziato una nuova operazione contro le terre liberate del Rojava, della Siria nord-orientale e del #Kurdistan meridionale.

#Noi vediamo i vostri crimini e non restiamo in silenzio! Gli ultimi attacchi mostrano un'altra escalation sul terreno e devono essere intesi come una preparazione per un'altra invasione. Per questo diciamo: "DAY-X is Now" e chiediamo a tutti di agire in base a questo!

➡️Agire immediatamente, insieme #RiseUp4Rojava!
➡️NO ALLA GUERRA IN SIRIA SETTENTRIONALE - STOP A UN'ALTRA INVASIONE MILITARE TURCA
➡️ Leggi e diffondi il nostro appello: riseup4rojava.org

📢 Facciamo insieme #SmashTurkishFascism

#TurchiaAttaccaRojava #Rojava
+++Aggiornamento sugli attacchi in corso+++

Il 19 novembre 2022, alle 22:45, 50 aerei da guerra e 20 droni turchi hanno lanciato 25 raid sulle regioni del nord-est della Siria. L'operazione militare turca, denominata Claw-Sword, è tutt'ora in corso sta prendendo di mira le infrastrutture del nord-est della Siria, oltre alla perdita di vite umane e al ferimento di decine di persone.

📌L’attacco sul villaggio di Takl Bakl, nella campagna di Derik, ha portato alla distruzione di una centrale elettrica, lasciando la zona senza elettricità. Pochi minuti dopo un secondo raid sulla stessa posizione ha colpito gli abitanti della zona accorsi a prestare soccorso, il bilancio del massacro di Derik è di 12 civili uccisi tra cui il reporter dell’agenzia di stampa “ANHA” Issam Abdullah.

📌Aerei da guerra turchi hanno preso di mira i silos di grano nel villaggio di Dahr al-Arab, 20 km a ovest della città di Darbasiyah, causando la morte di due guardie è rendendo inutilizzabile le riserve di grano, indispensabili in inverno.

📌Kobane è stata colpita durante la notte tra il 19 e il 20 Novembre da più di 5 raid successivi, seguiti da artiglieria pesante e colpi di mortaio. Tra i feriti c'è corrispondente di STÊRK TV Muhammad Jarada. Un ospedale pediatrico in costruzione e il Covid Hospital della città sono stati distrutti. 6 Civili sono in gravi condizioni. Anche 15 Soldati del regime sono rimasti uccisi e 14 feriti.
Al momento la città è ancora sotto intenso fuoco d’artiglieria e armi pesanti.

📌I villaggi di Binah e Umm al-Keif a Tal Tamr sono sotto fuoco ininterrotto.

📌Due persone sono rimaste gravemente ferite in un attacco aereo su Amuda, in seguito i villaggi di Bahira e Tal Hamdoun sono stati sottoposti a fuoco d’artiglieria, al momento i villaggi di Şorikê, Haside and Til Kêfê sono ancora sotto intenso fuoco d’artiglieria.

📌Il campo profughi di Sheba è stato colpito da attacchi aerei fuoco d’artiglieria e carri armati. Colpiti anche i villaggi vicini tra cui Zîwan, Hirbil, Samûqa, Til Madîq, Minnix, Bêllûniyê, Til Cîcan, Til Aneb, Şêx Îsa, Şêx Hîlal, Kafr Naya, Dêrcimêl, Medûnê, Radar e la strada verso Tel Rifaat,

📌L’area intorno a Manbij è sottoposta a fuoco d’artiglieria proveniente dalla base dell’esercito turco ad Al-Tukhar, mentre droni sorvolano l’area.

📌Il centro di comando congiunto per le operazioni anti-ISIS tra Coalizione internazionale e Unità antiterrorismo delle SDF (YAT) a nord di Hasakah è stato colpito da un raid aereo, le YAT hanno annunciato due combattenti caduti e 3 feriti, ancora nessuna dichiarazione da parte della coalizione.

📌Giornalisti locali riportano l’arrivo di rinforzi delle milizie jihadiste controllate dalla Turchia nelle aree occupate di Afrin, Serekaniye e Gire Spi.

📌Poche ore fa anche l’ospedale di Qarmogh a Est di Kobane è stato colpito da un raid aereo turco.

📌I pozzi petroliferi vicino Qamişlo Sono stati colpiti poche ore fa da un raid aereo, anche i villaggi di Til Ziwan e Alifero alla periferia di Qamişlo sono al momento sottoposti a fuoco di artiglieria e armi pesanti.

📌Il villaggio di Al-Makmen nella regione di Deir Ezzor, a più di 70 km dal confine turco, è stato colpito da 5 raid aerei consecutivi.

Non è al momento chiaro il bilancio complessivo dei feriti e caduti.
RICEVIAMO e Diffondiamo