La politica delle ruspe

Un Instant Book del Caffè sui fatti dell’ex Macello
13 giugno 2021

Un Instant Book per raccontare fatti, retroscena e dettagli inediti di un caso, una vicenda forse indicativa della deriva autoritaria che da qualche tempo, qualche anno sta caratterizzando la vita sociale e politica del cantone. I fatti accaduti tra la notte di sabato 29 e domenica 30 maggio. La distruzione dell’ex Macello, la sede del centro sociale degli autogestiti a Lugano. L’iniziativa editoriale è del Caffè che questa settimana ha “fotografato” i momenti salienti di quanto accaduto. Di quanto successo dalla distruzione del Macello sino all’altro giorno, giovedì 10 giugno, quando il Municipio ha ufficialmente comunicato di non aver mai autorizzato la polizia a distruggere lo stabile. L’unico sì arrivato dal Municipio, attorno alle 21.30 di quel sabato, riguardava solo e soltanto l’abbattimento del tetto.

Un Instant Book (La politica delle ruspe, questo il titolo), scritto in pochi giorni per essere letto tutto d’un fiato. Centotrenta pagine. Un racconto con la ricostruzione di quel sabato. Ora per ora. Minuto per minuto. Ma anche dei giorni e dei momenti della settimana che ha preceduto, il sabato 5 giugno, la manifestazione di protesta degli autogestiti. Per le strade c’era tanta rabbia. Ma la rabbia, in quelle ore e anche in questi ultimi giorni era ed è quella della politica. Se è vero, così come tutt’ora pare dalle dichiarazioni ufficiali, che nessuno mai ha autorizzato quella distruzione. Non il governo cantonale, non il municipio della Città. E allora chi? Le operazioni sono state coordinate dalla polizia cantonale nei giorni precedenti sabato 29. Quel mattino, quel pomeriggio, quella sera, quella notte. Un Giorno Nero. Una giornata sulla quale la magistratura ha aperto un’inchiesta e si spera riesca a gettare un fascio di luce. Riesca a fare chiarezza anche sul perché non sia stato coinvolto quel gruppo creato da settimane tra magistratura e polizia giudiziaria. Avrebbe dovuto essere allertato. Certamente nel caso di un semplice sgombero, cioè sfratto (così come è avvenuto nella tarda serata di sabato). Figuriamoci per una demolizione. Ma così non è avvenuto. Magistratura e polizia giudiziaria, quantomeno quel gruppo costituito settimane prima non è stato minimamente allertato.

https://www.inventati.org/molino/wp-content/uploads/2021/06/la-politica-delle-ruspe-2.jpghttps://www.inventati.org/molino/wp-content/uploads/2021/06/la-politica-delle-ruspe-2-150x150.jpgRassegna stampaUn Instant Book del Caffè sui fatti dell'ex Macello 13 giugno 2021 Un Instant Book per raccontare fatti, retroscena e dettagli inediti di un caso, una vicenda forse indicativa della deriva autoritaria che da qualche tempo, qualche anno sta caratterizzando la vita sociale e politica del cantone. I fatti accaduti tra la...Viale Cassarate 8

Contatta il Molino

Contatto telefonico
+41(0)91 942 12 21

Per info generali:
CS()A il Molino
Viale Cassarate 8
6900 Lugano (Ch)

molino@inventati.org