sbarreDallo scorso mese di luglio le mura del carcere di Santa Maria Maggiore, a
Venezia, non hanno conosciuto pace. Molti, e anche diversi tra loro, sono
stati gli episodi di insubordinazione da parte dei detenuti: battiture,
colloqui selvaggi, sezioni barricate e incendi per protestare contro
condizioni di detenzione disumane e le angherie delle guardie.

Proteste a cui il sostegno da fuori non è mai mancato: la solidarietà è
riuscita a fare da megafono alle richieste dei reclusi, a non farli sentire
soli, ad assumere un’inedita efficacia nell’ottenere piccoli ma
significativi miglioramenti nella quotidianità del carcere.

Al termine della protesta più lunga e organizzata, uno “sciopero” di una
settimana sostenuto dalla quasi totalità dei ragazzi dentro,
l’amministrazione del carcere ha iniziato a trasferire i detenuti più
combattivi e a notificare fogli di via a chi aveva espresso la propria
vicinanza.

Sono 15 in totale i fogli di via da Venezia emessi dalla Questura negli
ultimi mesi ai danni di altrettanti compagni e compagne che, non avendo una
residenza certificata, un lavoro regolare o altri “leciti interessi” per
rimanere in città dovranno starne lontani per un periodo da uno a tre anni.

Il foglio di via è una misura preventiva che, per essere applicata, non
necessita dell’approvazione di un magistrato e nemmeno di prove di reato.
Non colpisce una condotta penalmente rilevante ma il proprio abitare un
territorio in maniera improduttiva, o per le geografie delle lotte che lo
attraversano.

Sabato 5 dicembre torneremo a pecorrere le calli della nostra città. Senza
chiedere il permesso a nessuno, a fianco dei nostri compagni e delle nostre
compagne colpiti/⁠e dai fogli di via.

Per portare in città la voce dei detenuti in lotta dentro alle carceri.
Perchè non saranno questi provvedimenti a fermare tutti i legami e le
complicità intessuti in questi mesi.

Perchè dove stare lo decidiamo noi.

PROGRAMMA DELL’INIZIATIVA di sabato 28 novembre al CS()A Il Molino

Dalle 19 cena benefit vegana

Alle 21.00 presentazione sulle lotte contro il carcere di Santa Maria Maggiore di Venezia e chiamata per il corteo del 5 dicembre

Dalle 23 concerti Hc con Eco punkHc da Saronno

+ Special guest & Dj Set

entrata concerti 5 fr.

Potrebbero Interessarti:

https://www.inventati.org/molino/wp-content/uploads/2015/11/sbarre.jpeghttps://www.inventati.org/molino/wp-content/uploads/2015/11/sbarre-150x150.jpegSala AttivitàDallo scorso mese di luglio le mura del carcere di Santa Maria Maggiore, a Venezia, non hanno conosciuto pace. Molti, e anche diversi tra loro, sono stati gli episodi di insubordinazione da parte dei detenuti: battiture, colloqui selvaggi, sezioni barricate e incendi per protestare contro condizioni di detenzione disumane e le angherie delle...Viale Cassarate 8

Contatta il Molino

Contatto telefonico
+41(0)91 942 12 21

Per info generali:
CS()A il Molino
Viale Cassarate 8
6900 Lugano (Ch)

molino@inventati.org