Nonostante sia stata concessa in via «eccezionale» la possibilità di indire una manifestazione pa­rallela al corteo dei giovani leghi­sti, gli «autonomi» non hanno ri­spettato le condizioni imposte, tradendo la fiducia delle autori­tà. Così il Municipio di Lugano in risposta ad un’interrogazione inoltrata dal consigliere comuna­le Umberto Marra (UDC) all’in­domani dei disordini scoppiati in stazione ad inizio dicembre. Di­sordini che avrebbero potuto ave­re conseguenza ben più gravi sen­za la massiccia presenza delle for­ze dell’ordine e l’atteggiamento «accomodante» dei giovani leghi­sti. Alla luce di quanto accaduto, la Città «valuterà in futuro, quale eventuale motivo di diniego del diritto di manifestare, i rischi astratti (anziché concreti)che po­trebbero subentrare». Obiettivo: mantenere l’ordine pubblico ed evitare «costi spropositati» per l’ Ente pubblico. E proprio in te­ma di costi, la fattura risulta es­sere abbastanza salata. In totale, il 9 dicembre, erano presenti in stazione una trentina di agenti della Comunale e 23 unità della polizia cantonale. Un dispositivo che si è tradotto in una spesa complessiva superiore ai 35 mi­la franchi.
Per quanto concerne le violazio­ni all’ordinanza comunale che prevede il divieto di manifestare a volto coperto, l’ Esecutivo rile­va come diversi manifestanti le­gati al centro sociale abbiano ef­fettivamente contravvenuto alla legge rendendosi irriconoscibili. «L’uso di mezzi coercitivi – si leg­ge tuttavia nella risposta – avreb­be causato con ogni probabilità, una violenta reazione da parte dei manifestanti». Reazione che si è preferito evitare a priori.
Un fenomeno quello degli estre­mismi che preoccupa seriamen­te le autorità. La guardia rimane ad ogni modo alta. L’anno scorso le denunce sono state una ses­santina.

Potrebbero Interessarti:

https://www.inventati.org/molino/wp-content/uploads/2016/07/logo-molino-01.pnghttps://www.inventati.org/molino/wp-content/uploads/2016/07/logo-molino-01-150x150.pngRassegna stampaNonostante sia stata concessa in via «eccezionale» la possibilità di indire una manifestazione pa­rallela al corteo dei giovani leghi­sti, gli «autonomi» non hanno ri­spettato le condizioni imposte, tradendo la fiducia delle autori­tà. Così il Municipio di Lugano in risposta ad un’interrogazione inoltrata dal consigliere comuna­le Umberto Marra (UDC) all’in­domani...Viale Cassarate 8

Contatta il Molino

Contatto telefonico
+41(0)91 942 12 21

Per info generali:
CS()A il Molino
Viale Cassarate 8
6900 Lugano (Ch)

molino@inventati.org