Non potrà costituirsi come parte civile la giornalista ferita da un mi litare sabato 24 novembre 2007 presso il padiglione Conza nell’am bito delle Giornate dell’esercito a Lugano. L’uditore in capo ha infatti respinto la richiesta presentata dal suo avvocato.
L’inchiesta ordinaria partita dopo la denuncia penale per lesioni e abuso di potere presentata dalla giornalista resta quindi ‘secretata’ e sarà condotta da un giudice del Tribunale militare. Il milite è nel frattempo stato identificato. Il giu dice dovrà stabilire in quali circo stanze e per quali motivi, il milita re avrebbe sferrato una ginocchia ta in faccia alla giornalista di na­zionalità francese che stava foto grafando l’esibizione della Clown Army presso il padiglione Conza, dove si stava svolgendo la sfilata di moda militare. Stando alle infor mazioni finora assunte dal giudice militare, lei non era travestita e non aveva segni di riconoscimento quale giornalista. Il militare che le avrebbe sferrato la ginocchiata, precedentemente le avrebbe detto tre o quattro volte di non fotogra farlo. Ma quando lei si è avvicinata per scattare immagini, lui l’avreb be colpita.

Potrebbero Interessarti:

https://www.inventati.org/molino/wp-content/uploads/2016/07/logo-molino-01.pnghttps://www.inventati.org/molino/wp-content/uploads/2016/07/logo-molino-01-150x150.pngRassegna stampaNon potrà costituirsi come parte civile la giornalista ferita da un mi litare sabato 24 novembre 2007 presso il padiglione Conza nell’am bito delle Giornate dell’esercito a Lugano. L’uditore in capo ha infatti respinto la richiesta presentata dal suo avvocato. L’inchiesta ordinaria partita dopo la denuncia penale per lesioni e...Viale Cassarate 8

Contatta il Molino

Contatto telefonico
+41(0)91 942 12 21

Per info generali:
CS()A il Molino
Viale Cassarate 8
6900 Lugano (Ch)

molino@inventati.org