Giallo sul presunto pestaggio di un venditore di rose, tutti i corpi smentiscono
mer 7 ottobre 2015

 

LUGANO – È un mistero. Ieri si è appreso della denuncia contro ignoti, di cui si sta occupando il procuratore generale John Noseda, per un presunto pestaggio ai danni di un venditore di rose pakistano, il quale avrebbe riportato un timpano rotto e vari lividi. I fatti sarebbero avvenuti lo scorso 1. agosto in un gabbiotto della stazione FFS di Lugano.

Chi sono però i due agenti che avrebbero malmenato il ragazzo? Secondo il comunicato di ieri del CSOA il Molino sarebbero stati uomini della Polcom di Lugano, la quale ha però prontamente smentito. All’ora del fatto nessun agente sarebbe stato in quei paraggi.

Oggi inoltre si apprende che anche la Polizia cantonale, la Polizia ferroviaria e le Guardie di confine smentiscono possibili interventi, come appurato dal CdT. Sullo stesso quotidiano il capo dicastero Michele Bertini afferma come spesso segnalazioni del genere poi si rivelino infondate.

Potrebbero Interessarti:

https://www.inventati.org/molino/wp-content/uploads/2016/07/logo-molino-01.pnghttps://www.inventati.org/molino/wp-content/uploads/2016/07/logo-molino-01-150x150.pngRassegna stampaGiallo sul presunto pestaggio di un venditore di rose, tutti i corpi smentiscono mer 7 ottobre 2015   LUGANO - È un mistero. Ieri si è appreso della denuncia contro ignoti, di cui si sta occupando il procuratore generale John Noseda, per un presunto pestaggio ai danni di un venditore di rose...Viale Cassarate 8

Contatta il Molino

Contatto telefonico
+41(0)91 942 12 21

Per info generali:
CS()A il Molino
Viale Cassarate 8
6900 Lugano (Ch)

molino@inventati.org