05.11.2019 - Solidarietà in piazza con il popolo cilenoLo scorso 25 ottobre presso la “Casa del Popolo” a Bellinzona, ha avuto luogo una riunione composta da una trentina di persone tra rappresentanti della comunità cilena residente in Ticino come pure la partecipazione e il sostegno di vari amici svizzeri. Gli organizzatori hanno sentito il bisogno urgente di convocare questa prima riunione dovuta al susseguirsi dei drammatici eventi che stanno accadendo in tutto il Cile. Come avrete appreso dalle cronache, sono giorni che il presidente di destra Sebastián Piñera, ha scatenato l’esercito contro il suo proprio popolo in rivolta a seguito delle politiche neoliberiste e di austerità che questo governo impone ai suoi cittadini e di cui sono le fasce meno abbienti a risentirne, ossia i lavoratori e le lavoratrici che vivono principalmente del proprio salario, sospendendo le già limitate garanzie democratiche nel paese.

Il suo governo non è stato in grado di controllare la situazione e ha delegato la gestione dell’ordine pubblico ai militari e il risultato è stata una repressione cruenta che persiste tuttora e che ha esacerbato ulteriormente la protesta. Nelle principali città le strade e le piazze sono presidiate dall’esercito e al calar del sole vige il coprifuoco.

La rabbia della popolazione è esplosa per la decisione del governo di aumentare per la quarta volta dal 2016 le tariffe dei servizi pubblici, è il risultato di anni di feroci ingiustizie sociali. Ad oggi e secondo il rapporto indipendente dell’Istituto Nazionale dei Diritti Umani, ci sono già oltre 2000 detenzioni, più di 300 feriti e 18 morti, di cui uno è un minore (anche se altre fonti indichino più alto il numero dei morti).

Il nostro popolo è oramai stanco di subire e quindi facciamo un accorato appello a tutti i nostri compatrioti e compatriote come pure alla popolazione ticinese che crede negli ideali di giustizia, nei diritti civili e democratici e solidarizza con il nostro popolo. Condanniamo all’unanimità facendoci sentire anche qui dal Ticino come nel resto della Svizzera esigendo la fine di questa dittatura e la destituzione di Piñera e il suo governo chiamando a formare una nuova assemblea costituzionale.

Per l’occasione si terrà una manifestazione con corteo sabato 2 novembre a Bellinzona dalle 15.00 fino alle 17.00 con ritrovo alla posta Bellinzona.
Un grazie di cuore per il vostro sostegno e solidarietà.

Comunità cilena residente in Ticino

 


05.11.2019 - Solidarietà in piazza con il popolo cileno 1 05.11.2019 - Solidarietà in piazza con il popolo cileno 2Dal Rojava al Cile
Solidarietà tra popoli
Per la pace, la libertà e la democrazia

La comunità Curda e Siriana in Ticino in sostegno alla lotta del popolo cileno.

Sabato 2 novembre, ore 15:00

Bellinzona, viale Stazione

Potrebbero Interessarti:

https://www.inventati.org/molino/wp-content/uploads/2019/10/05-11-2019-solidarieta-in-piazza-con-il-popolo-cileno.jpghttps://www.inventati.org/molino/wp-content/uploads/2019/10/05-11-2019-solidarieta-in-piazza-con-il-popolo-cileno-150x150.jpgComunicatiIn evidenzaChile,MapucheLo scorso 25 ottobre presso la “Casa del Popolo” a Bellinzona, ha avuto luogo una riunione composta da una trentina di persone tra rappresentanti della comunità cilena residente in Ticino come pure la partecipazione e il sostegno di vari amici svizzeri. Gli organizzatori hanno sentito il bisogno urgente di...Viale Cassarate 8

Contatta il Molino

Contatto telefonico
+41(0)91 942 12 21

Per info generali:
CS()A il Molino
Viale Cassarate 8
6900 Lugano (Ch)

molino@inventati.org