EUSKAL HERRIA, a 25 di gennaio di 1999

 

 

 

Sig. / Sig.ra. Sindaco:

 

Davanti alla nuova tappa politica che tanta speranza ed illusione ha generato nei nostri paesi e cittÓ, noi firmatari, Sindaci di 20 municipi di Euskal Herria, consideriamo che i Municipi devono essere parte attiva di quell'e che dobbiamo incorporare la nostra faccenda politico diario e quello che ognuno di noi rappresenta al compito di costruire un futuro di pace, democrazia e libertÓ per il Paese Basco.

 

Nella soglia del secolo XXI; in un mondo complesso sommesso a fattori come la globalizzazione economica; in un momento di grandi cambiamenti e trasformazioni in tutti gli ambiti; e davanti ad una Europa in costruzione, con l'incorporazione di nuovi Stati,... il cittadino-asse di Lapurdi, Zuberoa, Nafarroa, Arava, Gipuzkoa e Bizkaia, non disponiamo di un'istituzione comune che, insieme a ci rappresenti, esprima di forma globale la nostra appartenenza al Paese Basco, e superi le cornici legali vigenti che instaurano in due la partizione di Euskal Herria Stati e tre strutture politico-amministrative.

 

La radice storica del carattere municipalista della vita politica basca non offre il minore dubbio, come neanche il suo protagonismo nella lotta per i diritti di Euskal Herria. Oggi come ieri, il municipio si costituisce in un relativo obbligato nel processo di articolazione istituzionale del nostro paese, dato che Ŕ l'unica istituzione giuridico-politica con presenza nei sei territori basci.

 

Un'azione combinata degli eletti municipali che propugniamo il riconoscimento della territorialitÓ del Paese Basco, pu˛ significare un'importante iniziativa nella coesione della comunitÓ politica basca e nella sua proiezione internazionale, insieme a dalla gestione giornaliera dei nostri municipi ci permetterebbe di soddisfare, previa diagnosi comune, in maniera unita ed omogenea, ai problemi e sfide che condividiamo nell'ordine culturale, economico, linguistico, sociale, etc.

 

Per ci˛, dal riconoscimento della pluralitÓ della societÓ basca, rispettando la personalitÓ dei differenti territori storici come la libera espressione della volontÓ del cittadino-asse di Euskal Herria, e col desiderio di spingere e favorire un processo di profundizaciˇn democratico, ti invitiamo, ed ai portavoci dei gruppi politici del tuo Municipio, ad assistere alla riunione che il prossimo giorno 6 di febbraio di 1999, ed alle 11 ore della mattina, avrÓ luogo nel cinema Carlos III, situato negli strada Parlamenti di Iru˝ea, con l'obiettivo di analizzare la convenienza y/o necessitÓ di mettere in moto una Istituzione nazionale basca di base municipale.

 

 

 

 

 

Aspettando tu/vuestra assistenza, cogliamo l'occasione per inviarti un cordiale saluto.

 

 

J.A. Saggio MONTOYA (Gasteiz)

M¬ Del Deserto URKIJO ELORZA (Laudio)

(P.O) I. ARESO MENDIGUREN (Bilbo)

H. CIRARDA ORT═Z Di ARTIĐANO (Getxo)

R. OTXANDIO IZAGIRRE (Basauri)

J.M BASTIDA ARRIETA (Azpeitia)

J. JAUREGI BEREZIARTUA (Beasain)

J.A AGIRREBENGOA IMAZ (Altsasu)

J.L ETXEGARAI ANDUEZA (Lesaka)

J. ANIOTZBEHERE (Sara)

J.A ALTUNA AIZPURUA (Usurbil)

J. IĐARRA AGIRREZABALA (Oiartzun)

F. Flores LAZKOZ (Etxarri-Aranatz)

M.G MENDIETA ZELAIA (Aulesti)

P. GONZ┴LEZ ARGOM┴NIZ (Urretxu)

I. BERAZA ZUFIAUR (Agurain)

J. HERNANDORENA CALANTE (Truzios)

F.J OIARTZABAL IRIGOIEN (Baztan)

JOANES GOIENETXE (Ostankoa)

JEAN MICHEL GALANT (Azkarate)

J.L. Campo Recinti (Berriozar)

 

FORMATO DOC