Pisa, ex-Colorificio liberato e già rischia lo sgombero

Di William Domenichini | 01 febbraio 2013

Una tre giorni di grande partecipazione alla “United Colors of Commos”, rassegna sulle varie forme delle res communes omnium, organizzata dal Muncipio dei Beni comuni di Pisa nel nuovo spazio “liberato”, il vecchio Colorificio Toscano, fino a pochi mesi fa scheletro svuotato dalla delocalizzazione della multinazionale J-Colors, che non ha mai smesso di avanzare richieste di varianti urbanistiche al comune di Pisa.

Migliaia di metri quadri che dal 2010 non sono più a bilancio dell’azienda, che nell’aprile 2012 comunica ufficialmente la cessazione dell’unità operativa. Un luogo che ha smesso di produrre, lasciando dietro se storie di centinaia di lavoratori e lavoratrici, lotte ed esperienzialità, diventando un non-luogo di abbandono ed oblio, lasciato a polvere e degrado da chi ha ritenuto opportuno chiudere i battenti per andare a ridurre i costi di gestione delle risorse umane, come viene chiamato il lavoro nel nostro millennio, verso nuove opportunità di business, in “the global village”.
 
leggi tutto su  manifestiamo
 
< Prec.   Pros. >
Joomla SEF URLs by Artio