COLLETTIVO ORTI D'ASSALTO AUTO-PRODUZIONI NATURALI ED ECOLOGICHE

Il collettivo ORTI D'ASSALTO del progetto Rebeldia nasce dall'idea di voler recuperare spazi abbandonati al degrado urbano per trasformarli in orti e giardini decorativi. Riteniamo importante contribuire alla riconversione ecologica di aree abbandonate e dismesse, ridando colore alle nostre città, sempre più grigie ed industrializzate e sempre più spoglie di spazi verdi.

Attraverso il recupero di una parte degli spazi dell'Excolorificio liberato, intendiamo costruire degli orti urbani, riutilizzando i materiali già presenti nell'area. Per fare questo riteniamo fondamentale fondare quest'esperienza sulla pratica dell'autoproduzione e sulla condivisione e la trasmissione di quei saperi perduti a causa dell'esodo dalle campagne verso le città.

L'obiettivo del collettivo è anche quello di dare, a tutti coloro che sono interessati e condividono i valori dell'autoproduzione e dell'autogestione, un'alternativa rispetto all'avvento della grande distribuzione alimentare, contribuendo così al dibattito su cosa significa produrre oggi e cosa e con quali metodi viene prodotto. Riteniamo fondamentale infatti portare all'attenzione di tutti la necessità di avviare ed implementare la creazione di forme locali di produzione alimentare, che contribuiscano alla diffusione del KM0 e dei prodotti locali, secondo criteri di trasparenza e fiducia che permettano di conoscere quello che consumiamo ogni giorno.
Il collettivo intende portare avanti diversi progetti, ognuno dei quali incentrato sull'importanza di produrre e consumare in maniera etica e rispettosa dell'ambiente. Intendiamo pertanto da qui in avanti sviluppare i seguenti progetti:


Progetto di riconversione ecologica dell'area: progetto cardine del collettivo, incentrato sulla creazione di orti e giardini decorativi al fine di restituire spazi verdi e luoghi di aggregazione e socialità puliti, rilassanti ed esteticamente armoniosi.

Progetto Birrificio Autogestito Popolare: progetto rivolto all'autoproduzione di birra artigianale ed alla creazione di un mini birrificio autogestito, che contribuisca alla diffusione della cultura birraia, del consumo locale ed artigianale, sottraendosi così al monopolio delle multinazionali della birra.

Progetto panificazione d'assalto: attraverso la costruzione di un forno in muratura e l'avvio di laboratori di panificazione, intendiamo dare la possibilità a chiunque fosse interessato, di seguire e partecipare in maniera diretta alle fasi di preparazione di pane e prodotti da forno. La costruzione di un forno sociale è pensata inoltre come risposta alla crisi, per poter dare la possibilità a chiunque lo voglia di prepararsi e cucinarsi un buona pizza a costi ridotti e con prodotti locali e genuini.

Progetto cosmetici e saponi artigianali: con l'attivazione di laboratori di cosmesi naturale vogliamo contribuire alla diffusione delle conoscenze per auto-produrre in maniera etica ed ecologica i più comuni prodotti di cosmesi. Crediamo che con l'autoproduzione di cosmetici sia possibile sottrarsi alle logiche delle industrie cosmetiche e farmaceutiche che, senza alternativa apparente, ci inducono ad avvelenare il nostro corpo con composti chimici e derivati del petrolio.

Il collettivo ed ognuno dei suoi progetti crede fermamente nell'orizzontalità, nell'assenza di delega e nel principio dell'autogestione. Ogni decisione viene presa all'interno di assemblee aperte a tutti attraverso il metodo del consenso.

Il collettivo si riunisce ogni mercoledì alle 21.30 presso l'Ex-Colorificio liberato

Contatti: mail Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo tel. 388-8418987/329-4410799

 
< Prec.   Pros. >
Joomla SEF URLs by Artio