DKm0: Tre giorni a Pisa

di ANNA PIZZO e PIERLUIGI SULLO
ex-colorificio rebeldia

Venerdì 25, è quasi mezzanotte. Il giovane compagno con la macchina fotografica appesa al collo è appoggiato a un pilastro, e dorme. Un miracolo di equilibrio, dormire in piedi. Si vede, pensiamo, che il dibattito che si sta tenendo nella grande sala dell’ex fabbrica, il Colorificio Toscano di Pisa, è noioso. Ma forse è il freddo intenso, appena mitigato da uno di quei “funghi” che i ristoranti usano all’aperto, che intorpidisce, come in “Centomila gavette di ghiaccio”. Eppure la gente è tanta, e anche se ascolta attenta Mario Pezzella, Paolo Cacciari, Sandro Medici e Marco Bersani che parlano di democrazia insorgente, di dittatura commissaria, di dominio della finanza e di fine dello spettacolo della democrazia, insomma di quel che si può leggere in “La repubblica dei beni comuni”, l’e book di Democrazia km zero, un po’ commenta, un po’ struscia le sedie, insomma produce il brusio tipico delle sale affollate. Ma il compagno con la macchina fotografica dorme. Poi Ciccio Auletta, nostro amico nonché uno tra i promotori di “United colors of commons” – tre giorni di dibattiti e incontri nella ex fabbrica trasformata in Municipio dei beni comuni – ridendo spiega: “Ma no, poverino, ha lavorato giorno e notte per far funzionare i collegamenti elettrici e internet, credo abbia dormito due ore per notte…”.
 
leggi tutto su  democraziakmzero

 
< Prec.   Pros. >
Joomla SEF URLs by Artio