Prossimi eventi
  • 24/10 18:00 | Palazzo Boilleau
    “La guerra contro il popolo. Israele, Palesti...
    “La guerra contro il popolo. Israele, Palestina e la pacificazione globale” Lo studioso israeliano Jeff Halper in Italia per presentare il suo ultimo libro. Con una tappa anche a Pisa ...
  • 17/11 - 25/11 17:00 | chiesa valdese
    Corsi formazione: diritto di asilo e acquisiz...
    Africa Insieme vi invita ai suoi corsi di formazione, destinati a operatori dell'accoglienza, insegnanti di italiano o persone interessate al tema. Di seguito il programma dei due weekend: 17 e 18 No...

Free Software and your freedom

 

Conferenza “Free Software and your freedom”

 

5 dicembre 2016

"Ingegneria Senza Frontiere – Pisa ONLUS” propone una conferenza dal titololo “Free Software and your freedom” che si terrà lunedì 05 dicembre, presso il Polo A della Scuola di Ingegneria dell'Università di Pisa (largo Lucio Lazzarino, 1) nell'Aula Magna U. Dini, con attività svolta con i contributi per le attività studentesche autogestite dell'Università di Pisa. La partecipazione è aperta
a tutti.

 

 

Alla conferenza interverrà Richard Stallman, padre della Free Software Foundation, parlerà degli obbiettivi e della filosofia del movimento free software. La conferenza sarà tenuta in inglese. Il Dr. Richard Stallman, promotore del movimento del software libero fin dal 1983, ha dato inizio allo sviluppo del sistema operativo GNU nel 1984 (cfr. www.gnu.org). GNU è software libero:
ognuno ha la libertà di copiarlo e ridistribuirlo, potendo fare modifiche. Il sistema GNU/Linux, sostanzialmente il sistema operativo GNU con l’aggiunta di Linux come kernel, è oggi usato su circa dieci milioni di computer nel mondo. Stallman ha ricevuto, nella sua carriera, il CM Grace Hopper Award, l’ACM Software and Systems Award, a MacArthur Foundation fellowship, l’Electronic
Frontier Foundation's Pioneer Award, e il Takeda Award for Social/Economic Betterment, nonchè numerosi dottorati honoris causa, ed è inductee nella Internet Hall of Fame.

 

Programma della conferenza
05 dicembre – Free Software and your freedom
Conferenza @ Ingegneria, Aula magna Ulisse Dini

 

  • • ore 16:00 ISF-Pisa – L'associazione e i progetti
  • • ore 16:15 Richard Stallman - "Free Software and your freedom".
  • • A seguire domande dal pubblico

 

Ingegneria Senza Frontiere - Pisa ONLUS
Pisa 22/11/2016


 

A FAUSTO E IAIO I GIARDINI DI VIA NINO BIXIO

UNA TARGA PER INTITOLARE I GIARDINI DI VIA NINO BIXIO
A FAUSTO E IAIO:
IL PROGETTO REBELDIA RITORNA NEL QUARTIERE DELLA STAZIONE



Il 2 dicembre proiezione a ingresso gratuito presso il cinema Arsenale de

Il sogno di Fausto e Iaio’ di Biacchesi-Peranzoni

 

20161128_115319.jpg

Era il 18 marzo 2007 quando il Laboratorio delle Disobbedienze Rebeldia occupò e restituì alla città i giardini di via Nino Bixio. Anni in cui ancora la paranoia securitaria non pesava come una cappa sul cielo di Pisa. Allora l'area che costeggia il tratto di mura di via Bixio era una striscia in stato di abbandono parzialmente utilizzata come discarica. Un'area che sorgeva, che sorge, nel cuore del quartiere Sant'Antonio, già ai tempi al centro dell'attenzione e del dibattito cittadino.

 

Leggi tutto...
 

42X3 by Radio Roarr

Ecco il podcast della terza puntata di 42 Radio Roarr , il programma di informazione Rebelde.

Tutti i martedì alle 18 su radioroarr.org

 

 

IL SOGNO DI FAUSTO E IAIO

Venerdì 2 Dicembre ore18:30  Proiezione del film presso il Cinema Arsenale

il_sogno_di_fausto_e_iaio_copertina.jpg

IL SOGNO DI FAUSTO E IAIO
a seguire incontro/dibattito con 
Giulio Peranzoni - regista e responsabile illustrazioni e animazioni.

Evento Organizzato e promosso dal Progetto Rebeldìa in collaborazione con il Cinema Arsenale

ingresso gratuito 
 

 

l film ‘Il sogno di Fausto e Iaio’ è l’evoluzione di due lavori precedenti, tutti realizzati in crowdfunding attraverso la piattaforma Becrowdy.com e con la tecnica della narrazione fuori campo e dell’illustrazione virtuale con la tecnica LDP (Live Digital painting), sviluppata da Giulio Peranzoni: 'Giovanni e Nori”' (sulla storia dei partigiani Giovanni Pesce e Onorina Brambilla), e 'I Carnefici' (sulle stragi contro i civili tra il ’43 e il ’45 tra Emilia e Toscana), entrambi tratti da due fortunati libri di Daniele Biacchesi.

‘Il sogno di Fausto e Iaio’ racconta, attraverso varie tecniche narrative (teatro, cinema, illustrazioni in Ldp, immagini e suoni di archivio), la enorme emozione per la morte prematura e innaturale di Fausto Tinelli e Lorenzo Iannucci. Il 18 marzo 1978, due giorni il rapimento di Aldo Moro, i due giovani vennero uccisi da tre sicari con otto colpi di pistola, a Milano, in via Mancinelli. Un lavoro collettivo, frutto di un grande impegno artistico e civile che si basa su uno dei libri più importanti della controinformazione nel nostro paese ('Fausto e Iaio, la speranza muore a 18 anni' di Daniele Biacchessi, pubblicato da Baldini Castoldi), più volte ristampato dal 1996, fino alla più recente edizione del 2015. Un film che guarda alle nuove generazioni e che parla e comunica con nuovi linguaggi. 

 

 

 

 

Leggi tutto...
 

Sei Lezioni di Economia

rebeldia_24_novembre.jpg
 

Non una di meno: saremo una marea

nos_menos.jpg

Sono davvero pochi i giorni che ci dividono dal corteo e dall’assemblea nazionale del 26 e 27 Novembre, indetti dal percorso NonUnaDiMeno. Un percorso che continua a raccogliere adesioni e partecipazione in maniera esponenziale: espressione del forte bisogno di confronto e della volontà di mettere in comune le pratiche e l’entusiasmo di un mondo che da anni opera nel quotidiano e dal basso per affermare l’autodeterminazione delle donne e contrastare la violenza maschile. 

Il percorso NonUnaDiMeno è soprattutto l’incontro dalla scorsa primavera di diversi Femminismi, che dall’assemblea tenutasi l’8 Ottobre nella facoltà di Psicologia della Sapienza, hanno  deciso di misurarsi con una sfida di certo complessa ma altrettanto irrimandabile. 

 

Leggi tutto...
 

Boicotta HP: Settimana internazionale di azione

Dal 25 novembre al 3 dicembre - segnati la data!

 boycotthp_settimana.jpg

» Unisciti all'evento Facebook

La rete internazionale per il boicottaggio di HP, riunitasi su iniziativa del Comitato nazionale palestinese per il BDS, lancia una settimana internazionale di azione per denunciare il ruolo della multinazionale Hewlett Packard (HP) che trae profitto dall’occupazione israeliana e dal controllo delle carceri.

Da venerdì 25 novembre a sabato 3 dicembre, comprendendo anche la Giornata di solidarietà con il popolo palestinese che si svolge il 29 novembre.

In Palestina, HP provvede alle tecnologie utilizzate nei checkpoint e nel sistema di identificazione dell'apartheid israeliana, permette di mantenere Gaza sotto assedio, offre servizi e attrezzature agli insediamenti illegali e implementa il controllo nelle carceri israeliane dove la tortura è sistematica. Mentre dichiara di sostenere i valori di responsabilità sociale, HP è nota per il suo coinvolgimento in pratiche oppressive in tutto il mondo.

Dall’Italia alla Malesia, dagli Stati Uniti alla Gran Bretagna, dalla Germania alla Palestina, nelle città di tutto il mondo si stanno organizzando eventi e azioni per costringere HP a riconoscere le sue responsabilità. Partecipate!

Sono in programma iniziative a Bologna, Cagliari, Firenze, Milano, Napoli, Pisa , Potenza, Ravenna, Roma, Torino e Udine.

Leggi tutto...
 

42X2 by Radio Roarr

 

A fianco di Amnesty International

Il Progetto Rebeldià aderisce all'appello lanciato dal''Associazione Diritti e Frontiere (Adif ) a sostegno di Amnesty International

 

amnesty_hotspot.jpg

Rivolgiamo l’appello che segue a tutte le associazioni, forze sociali e politiche settori  della società civile che considerano l’attacco portato ad Amnesty International come irricevibile e che intendono continuare a portare avanti ogni tentativo di fare luce su quanto accade ai migranti che giungono in Italia.

A FIANCO DI AMNESTY INTERNATIONAL

Con il rapporto Hotspot Italia: come le politiche dell’Unione europea portano a violazioni dei diritti di rifugiati e migranti, pubblicato il 3 novembre 2016, Amnesty International ha denunciato gli episodi di violenza e illegalità che ormai da tempo si registrano nel sistema italiano di identificazione e accoglienza. Molti di noi lo hanno fatto, ma in modo episodico e circoscritto a particolari situazioni e illegalità che ormai da tempo si registrano nel sistema italiano di identificazione e accoglienza. Molti di noi lo hanno fatto, ma in modo episodico e circoscritto a particolari situazioni. Basandosi su un accurato lavoro di raccolta di testimonianze, Amnesty ha invece messo media e istituzioni di fronte alla sistematica violazione di principi costituzionali e di convenzioni internazionali – ovvero di quelle pietre miliari della nostra convivenza civile intese a garantire il rispetto dei diritti umani, la libertà e la dignità di ogni persona.

 

Leggi tutto...
 

Nessuna certezza sulla cattedrale di vetro

Officine Garibaldi:
 nessuna certezza sulla cattedrale di vetro.
Al via l'ennesima privatizzazione di uno spazio pubblico.

officine_garibaldi_facciata.jpg

Nella giornata del 9 novembre, la terza commissione consiliare del comune di Pisa ha effettuato una seduta in sopralluogo all'ormai nota a tutti "cattedrale di vetro" o meglio "Le officine" di Via Garibaldi. Al sopralluogo erano presenti anche gli ingegneri direttamente coinvolti come tecnici nella realizzazione dell'immobile e nell'esplicazione tecnica ai consiglieri e cittadini presenti. Dall'ormai lontana chiusura del cantiere, datata all'ottobre del 2014, l'immobile continua a rimanere chiuso in balia di quello che potrebbe essere (o non essere) il suo futuro.

officine_garibaldi_interno_dettaglio.jpg

L'operazione "Officine" è costato infatti 8 milioni di euro suddivisi in tre partite: 3.471.000 euro dal fondo per i progetti PIUSS (piani integrati di sviluppo sostenibile), 546.667 euro dal fondo regionale per il turismo e 3.982.333 euro dalla Provincia. Ideato dall'architetto Salvatore Re, oggi l'edificio si presenta praticamente pronto in tutti i suoi dettagli, arredi interni e esterni, con notevoli innovazioni applicate alla sua funzionalità tra le quali un impianto geotermico per il riscaldamento e raffreddamento interno, impianto fotovoltaico che può produrre 42kW di energia elettrica da poter distribuire anche nel quartiere perché avanza alle necessità della struttura e applicazioni di domotica per i collegamenti interni e l'illuminazione.

Leggi tutto...
 

42X1 by Radio Roarr

Ecco il podcast della prima puntata di 42 Radio Roarr , il programma di informazione Rebelde.

Tutti i martedì alle 18 su radioroarr.org

 

 

NO alla Riforma Costituzionale

Per la giustizia sociale, verso una democrazia sostanziale.
Il Progetto Rebeldìa di Pisa vota NO alla Riforma Costituzionale.

 

logo_norefcost.jpg

Nella nostra materialità quotidiana di cittadine e cittadini è sempre più difficile trovare una corrispondenza, una relazione virtuosa di principio e attuazione tra diritti sanciti dalla nostra Costituzione e il progressivo smantellamento del diritto del lavoro, della scuola e dello stato sociale, l'interventismo bellico diretto o indiretto sempre più marcato, la distruzione del paesaggio e l'abbandono del patrimonio pubblico, la marginalizzazione sistematica delle minoranze e dei soggetti svantaggiati.

Tra i molteplici traditori dei dettami costituzionali, il governo Renzi - con il Jobs Act, lo Sblocca Italia, la Buona Scuola - ha mostrato che nonostante i pesi e contrappesi dei poteri degli organi dello Stato è possibile imporre dispositivi di austerità ingiunti anche a livello sovranazionale, contro i valori fondanti della carta costituzionale.

La crisi del regime democratico-parlamentare che ci ha governato fin dall’inizio di questo secolo è sotto gli occhi di tutti ed è probabilmente irreversibile: stiamo assistendo non a un semplice mutamento di governo nell’ambito di regole comunque valide, e neanche a una pura ridistribuzione dei rapporti di forza, ma a un cambiamento più sostanziale di forma della politica. Siamo infatti di fronte ad una classe dirigente che vuole cancellare i tempi (lunghi) della democrazia in nome dei ritmi brevi del modello neoliberista.

Leggi tutto...
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Pross. > Fine >>

Risultati 61 - 72 di 1313
Joomla SEF URLs by Artio