Prossimi eventi
  • Domani 21:00 | Circolo alhambra
    Marta Fana presenta "Non è lavoro, è sfruttam...
    Presentazione di Non è lavoro, è sfruttamento Venerdì 15 dicembre, ore 21, c/o Circolo ARCI Alhambra ne parliamo con: - Marta Fana, economista e autrice del libro; - Bruno Settis...

Le tonnare di Pisa

20120306comunicatolabreb.jpg
In varie parti del Mediterraneo per la pesca del tonno si usavano le"tonnare", un crudele sistema di reti che serviva a catturare più pesci possibile: all'uscita dei pescherecci, il branco veniva spinto verso la tonnara in cui i pesci rimanevano impigliati, e iniziava la mattanza.
Ci domandiamo se l'Amministrazione comunale di Pisa, per bocca dell'assessore Serfogli, si sia ispirata a questo metodo nell'avanzare la proposta innalzare una rete a Tirrenia per catturare i migranti in fuga dalla Polizia Municipale.
Non potendo più emanare ordinanze direttamente discriminatorie come il decreto anti-borsoni, dopo il divieto del Consiglio di Stato, questa Giunta prova a costruire trappole per venditori ambulanti sul modello delle tonnare. Applicare questo sistema a esseri umani è un atto gravissimo, che non rispetta i diritti umani ed ha una chiara matrice razzista. Non è questo che si attende la città di Pisa, almeno quella parte che riesce ancora a ragionare in termini non riducibili al mero interesse di bottega, o alla caccia al voto in vista delle elezioni del 2013.

Leggi tutto...
 

La Grande Opera pubblica e il capitalismo finanziario

20120306notav.jpg

di Guido Viale

Quello in atto in Valle di Susa è un autentico «scontro di civiltà»: la manifestazione di due modi contrapposti e paradigmatici di concepire e di vivere i rapporti sociali, le relazioni con il territorio, l'attività economica, la cultura, il diritto, la politica. Per questo esso suscita tanta violenza da parte dello stato - inaudita, per un contesto che ufficialmente non è in guerra - e tanta determinazione - inattesa, per chi non ne comprende la dinamica - da parte di un'intera comunità. 
Quale che sia l'esito, a breve e sul lungo periodo, di questo confronto impari, è bene che tutte le persone di buona volontà si rendano conto della posta in gioco: può essere di grande aiuto per gli abitanti della Valle di Susa; ma soprattutto di grande aiuto per le battaglie di tutti noi.


Leggi tutto...
 

Il Mondo alla Rovescia 2012

Pisa, 18 febbraio 2012: Carnevale a San Giusto e San Marco


 

Il sindaco ha paura della verità: la legalità del PD ha due pesi e due misure

La tipica espressione del sindaco Marco Filippeschi Un triste spettacolo, quello a cui abbiamo assistito oggi. Ancora una volta l'Amministrazione comunale esibisce senza vergogna la propria mancanza di democraticità e trasparenza di fronte alla richiesta del Progetto Rebeldia di assegnazione diretta dello spazio di Via Andrea Pisano. Come abbiamo sostenuto da subito, il NO ricevuto il 20 gennaio scorso dalle nostre associazioni non aveva natura tecnica, ma, come è stato confermato oggi, nelle parole pronunciate in Consiglio dal sindaco, esclusivamente politica. Ecco come sono andate le cose.

Proprio per evitare che presunte ragioni tecniche potessero essere usate come paravento dall'Amministrazione, nei giorni scorsi abbiamo effettuato, tramite l'Avv. Ezio Menzione, ulteriori approfondimenti legali, resi noti al Sindaco e al Consiglio Comunale sotto forma di una memoria firmata dall'Avv. Giuseppe Angella, tra i massimi amministrativisti toscani.

 

Leggi tutto...
 

GATTI MEZZI PER REBELDIA

 

Occupy Pisa: sostegno e solidarietà

Esprimiamo il nostro sostegno e la nostra solidarietà ad Occupy Pisa per il grave sgombero subito nella giornata di oggi. A distanza di pochi giorni dal lancio della campagna Esponiamoci e dell’annuncio di un esposto al Tribunale per lo scandalo finanziario che si cela dietro questo immobile, arriva ad orologeria l’azione delle forze dell’ordine, evidentemente su mandato dei tanti soggetti della speculazione che hanno lucrato dietro allo stabile di Via della Pergola e a tanti altri immobili.
Quanto avvenuto oggi non è un caso, ma rispecchia pienamente le forme del governo della crisi, che restringe sempre più i diritti di critica e di proposta a Pisa, in Italia e in tutto il mondo.

Laboratorio delle disobbedienze-Rebeldia
 

Finanzia Autistici

finanzia autistici Bonifico Bancario
Associazione Investici
Via Fara 6, Milano
N. conto: 106697
ABI: 05018 - CAB: 01600
IT BBAN: I 05018 01600 000000106697
EU IBAN: IT96 I050 1801 6000 0000 0106 697
BIC/SWIFT CODE: CCRTIT2184B
Banca Popolare Etica - Filiale di Milano
V. Santa Tecla, 5
Causale: donazione investici (anno 200x)

Bollettino Postale
Associazione Investici
Conto Corrente Postale numero: 29247210
Uffici Postali
Causale: donazione investici (anno 200x)

Che importanza dai alla tua casella di posta elettronica da 1 a 10? Il tuo sito che utilità ha da 1 a 100, e il tuo blog, la mailing list che segui, la chat?

A/I conta almeno 10.000 utenti, intorno al milione se contiamo le mailing list. Per esistere, per pagare i server e la connettività, al collettivo servono circa 12.000 euro all’anno. 1,2 euro per ciascun utente, se tutti si ricordassero di quanto abbiamo bisogno dei loro contributi.

Leggi tutto...
 

L'assegnazione non solo è legittima è doverosa

Riportiamo le conclusioni della memoria dello studio legale Angella sulla questione dell'assegnazione degli spazi di via Andrea Pisano al Progetto Rebeldia 

  angella.jpg

Leggi il testo integrale della memoria:  

 Memoria studio legale Angella

 

MANIFESTAZIO INTESTINALIS

 

LO SFRATTO AL VILLAGGIO ROM DI COLTANO: UN FATTO DI INAUDITA GRAVITA’

20120201_coltano.jpgQuello accaduto ieri, nel “villaggio rom” di Coltano, è un fatto di inaudità gravità. Come riportato dalle cronache, una donna è stata sfrattata con la forza, assieme ai suoi cinque figli, uno dei quali ha appena otto mesi. L’operazione è stata voluta dal Comune, perché la donna è indagata nell’inchiesta sulla “sposa bambina”, ed è attualmente sotto processo.  Qui ci preme fornire alcune informazioni, che sono state omesse, o distorte, nel comunicato diffuso ieri dal Comune.

Il primo punto riguarda la motivazione dello sfratto, la vicenda della sposa bambina. Come noto, la donna non ha ancora avuto una condanna, ed è in attesa di processo: i cui esiti, peraltro, non sono affatto scontati, perché le indagini hanno fatto emergere molte contraddizioni nella tesi dell’accusa. Attuare uno sfratto sulla base di un semplice capo di imputazione è comunque illegale. La Dichiarazione dei diritti dell’uomo stabilisce che «ogni accusato di reato è presunto innocente sino a che la sua colpevolezza non sia stata provata in un processo».
E la Costituzione italiana ribadisce: “L’imputato non è considerato colpevole sino alla condanna definitiva”.
Non solo: l’esperienza di questi anni dimostra che gli sfratti, effettuati sulla base di  semplici capi di imputazione, hanno rappresentato solo un pretesto per allontanare i rom. Alcuni macedoni furono sfrattati da un alloggio a Marina di Pisa, perché imputati in un processo: assolti, non hanno mai ri-ottenuto la casa. E’ davvero la “legalità” l’obiettivo di questa amministrazione?

Leggi tutto...
 

Coordinamento 30 novembre sulla questione OMSA

http://www.inventati.org/rebeldia/images/eventlist/events/20120128_boicottaomsa.gifOMSA (della multinazionale Golden Lady) delocalizza in Serbia e licenzia 350 lavoratori di cui 320 donne!
BOICOTTA OMSA E TUTTI I MARCHI DELLA GOLDEN LADY!!!

Tra meno di 2 mesi, il 12 marzo, il calzificio Omsa di Faenza (del gruppo Golden Lady, proprietario anche dei marchi Sisì, Philippe Martignon, Filodoro, Hue, Arwa) chiuderà lasciando a casa 350 lavoratori, di cui 320 donne. Le calze del noto marchio saranno prodotte in Serbia, dove la Golden Lady ha già due fabbriche e dove le buste paga sono molto più basse che in Italia. In più lo stato serbo aggiunge sgravi fiscali tra i 5.000 e i 10.000€ annui per ogni posto di lavoro creato.

Per Omsa e Golden Lady non esiste nessun rischio fallimento: si tratta di una delocalizzazione della produzione – in Italia cassa integrazione e licenziamenti, in Serbia l'aumento da 1500 a 1900 dipendenti – che nulla ha a che vedere con la crisi, ma che serve ad aumentare i profitti dell'azienda. 

Leggi tutto...
 

Pianeta Pisa 2012

Marco Filippeschi dice no all'assegnazione diretta degli spazi si via Andrea PisanoQuanto dista Pisa da Napoli? Sulla carta geografica qualche centinaio di chilometri, su quella politica anni luce. Spazi siderali separano le giunte delle due città, benché entrambe di centro-sinistra: il vento di rinnovamento rappresentato dalla giunta De Magistris sembra spirare da un'altra galassia rispetto a quello che soffia sulla giunta Filippeschi.

Sabato prossimo, a Napoli, si svolgerà un importantissimo appuntamento: il Forum dei Comuni per i beni comuni, che vedrà protagonisti della giornata amministratori, associazioni, movimenti e cittadini, che insieme discuteranno sulla difesa dei beni comuni, fondamento irrinunciabile dei diritti, ma anche pilastro della democrazia partecipativa.

Sul pianeta Pisa, invece, in questi stessi giorni la giunta a maggioranza Pd sta dando uno schiaffo politico senza precedenti alla partecipazione e al mondo dell’associazionismo, al mondo della cultura accademica e popolare, ma anche alla sinistra diffusa e solidale, che da anni vive e opera in città con passione e pensiero critico: d'altro canto, pianeti diversi, leggi diverse...

Leggi tutto...
 
<< Inizio < Prec. 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 Pross. > Fine >>

Risultati 1297 - 1308 di 1318
Joomla SEF URLs by Artio