Prossimi eventi
  • Oggi 21:00 | Circolo alhambra
    Marta Fana presenta "Non è lavoro, è sfruttam...
    Presentazione di Non è lavoro, è sfruttamento Venerdì 15 dicembre, ore 21, c/o Circolo ARCI Alhambra ne parliamo con: - Marta Fana, economista e autrice del libro; - Bruno Settis...

Bando IdeAzione per un nuovo spazio pubblico in città

20120725fotobando.jpg
Ognuno di noi ha delle idee.
Ma al momento il mondo, e in particolare questa Italia in crisi, e ancor più le città come quella in cui viviamo, non danno spazio alle idee di tutte e tutti coloro che hanno la passione, la creatività e le competenze per realizzarle al di fuori del circuito del mercato, delle logiche del consumo e della competizione.
La storia ha dato spesso prova che le idee possano cambiare il mondo, ma a volte per costruire collettivamente lo spazio dove il possibile diventi realtà vi sono da attraversare mari interi prima di arrivare all'isola dove trovare modo e libertà per passare dall'Idea all'Azione.

Leggi tutto...
 

Solidarietà alla CAE

 

 SOLIDARIETà ALla CITTà DELL'ALTRA ECONOMIA 

 

 

caesgombero.png

Il Progetto Rebeldía di Pisa esprime tutta la propria solidarietà ai cittadini e cittadine, attivisti, organizzazioni sociali, sindacati e associazioni  che lavorano da oltre un anno e mezzo per ridare nuova vita alla Città dell’Altra Economia. 

 

Condanniamo fermamente lo sgombero di questa mattina, che avviene nella connivenza tra Aiab, cooperativa 29 giugno, Agricoltura nuova e Integra, associazioni vicine alla destra e il Comune di Roma. 

 
Crediamo fermamente che la CAE sia un bene comune per la città di Roma e non solo, uno spazio autogestito dal basso che persegue pratiche di economia solidale, e come tale debba essere difeso, preservato e valorizzato.

Progetto Rebeldia
 
 

CONFERENZA STAMPA DEI ROM DELLA BIGATTIERA

“IL COMUNE CI HA TOLTO LA LUCE ELETTRICA E CI VUOLE SGOMBERARE”
AFRICA INSIEME: “LA REGIONE HA STANZIATO 400MILA EURO PER EVITARE SGOMBERI, DOVE SONO ORA QUEI SOLDI?”

 Decine di famiglie private dell’accesso all’energia elettrica. Un paio di piccole fontane, alimentate da un’autoclave che in assenza di elettricità non funziona. Uomini, donne e bambini costretti a fare la fila per lavarsi, utilizzando il misero filo d’acqua che esce dalla fonte. E’ questa la condizione delle famiglie rom del campo della Bigattiera, a Marina di Pisa: che hanno deciso di convocare la stampa e le televisioni per denunciare la situazione in cui vivono da una decina di giorni.

Leggi tutto...
 

Il Progetto Rebeldía di nuovo in cammino, di nuovo in mare aperto

20120725_fotoettera.jpg

Lettera alla città per i nuovi percorsi che verranno e una proposta di bando per l'Isola che (ancora) non c'è. 


Cara Pisa, 

Molto spesso in questi mesi ci siamo chiesti cosa fosse la crisi, e quale risposta collettiva a essa potessimo dare nella città in cui viviamo e lavoriamo.
Prima di essere una condizione preliminare dei nostri tempi, ci siamo detti che la crisi è sottrazione. Sottrazione di libertà, di democrazia, di beni comuni, di lavoro, di reddito. La crisi è sottrazione di socialità, di partecipazione. Ma la crisi è anche sottrazione di spazi. E la nostra città da troppo tempo non ha più uno spazio pubblico come quello che il Progetto Rebeldía proponeva in via Battisti. 

Leggi tutto...
 

sotto un altro sole: ciclofficina al campo profughi

Abbattere i muri 

 

 

 

LA TRAPPOLA - Genova 20-21 Luglio 2001

 

Accettare o no una commessa militare? Noi diciamo no

L'impresa Morellato a Pisa, in piena crisi, rifiuta una commessa militare  dopo consultazione con i lavoratori. Di seguito la lettera dell'azienda
 
Care amiche ed amici del Distretto di Economia Solidale AltroTirreno,
 
la crisi economica e finanziaria sta colpendo pesantemente il tessuto produttivo del nostro Paese. Una situazione generata dall'irresponsabilità di un'economia e di una finanza senza regole si sta sempre più tramutando in imprese che soffrono, lavoratrici e lavoratori in cassa integrazione, fatturati in caduta libera, come sta accadendo nei nostri territori per il caso delle aziende di cui sono titolare, la Morellato Termotecnica (www.morellatotermotecnica.it) e la Morellato Energia (www.morellatoenergia.it). 
La scorsa settimana è arrivata in ditta una richiesta di sopralluogo e, successivamente, di preventivo, dalla Wass (http://www.wass.it/WASSWEB/) un'azienda parte del gruppo Finmeccanica e che contribuisce allo sviluppo di tecnologia militare (http://www.wass.it/WASSWEB/index.php?option=com_content&task=view&id=23&Itemid=140). 
Leggi tutto...
 

NOTIZIE DA LEGAMBIENTE PISA

riceviamo e volentieri pubblichiamo: 
 
Lettera aperta al sindaco Marco Filippeschi
il Circolo Legambiente Pisa, come sa, da molti anni si occupa della questione del porto di Marina di Pisa osteggiandone la costruzione, ma in questo momento non si tratta più di favorevoli o contrari all'operazione (per quanto la nostra contrarietà rimanga inalterata). Le scriviamo perché ultimamente abbiamo seguito sugli organi di informazione locali la vicenda relativa ai terreni di proprietà comunale destinati alla realizzazione del villaggio turistico annesso al porto e siamo molto preoccupati.

Leggi tutto...
 

GENOVA NON È FINITA.

10x100 G8 Genova DIECI, NESSUNO, TRECENTOMILA…

APPELLO ALLA SOCIETÀ CIVILE E AL MONDO DELLA CULTURA

La gestione dell’ordine pubblico nei giorni del G8 genovese del luglio del 2001, rappresenta una ferita ancora oggi aperta nella storia recente della repubblica italiana.

Dieci anni dopo l’omicidio di Carlo Giuliani, la “macelleria messicana” avvenuta nella scuola Diaz, le torture nella caserma di Bolzaneto e dalle violenze e dai pestaggi nelle strade genovesi, non solo non sono stati individuati i responsabili, ma chi gestì l’ordine pubblico a Genova ha condotto una brillante carriera, come Gianni De Gennaro, da poco nominato Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio.

Mentre lo Stato assolve se stesso da quella che Amnesty International ha definito “la più grande sospensione dei diritti democratici in un paese occidentale dopo la seconda guerra mondiale”,  il prossimo 13 luglio dieci persone rischiano di diventare i capri espiatori e vedersi confermare, in Cassazione, una condanna a cento anni di carcere complessivi, in nome di un reato, “devastazione e saccheggio”, che rappresenta uno dei tanti detriti giuridici, figli del codice penale fascista, il cosiddetto Codice Rocco.

Prosegui la lettura '10×100 firma l’appello '

 

Appello Trasparenza

Lettera aperta per chiedere trasparenza nei lavori della commissione controllo e garanzia che si occupa della cessione dei terreni per il Porto di Marina di Pisa. 
Se la condividi puoi mandare la tua adesione all'indirizzo mail: Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo



Al Sindaco di Pisa
Alla Presidente del Consiglio Comunale di Pisa
Ai capigruppo del Consiglio Comunale  di Pisa
All'associazione Avviso Pubblico
Alla Stampa 

Nel Marzo 2012 il Sindaco di Pisa Marco Filippeschi ha sottoscritto un codice etico proposto dall’associazione Avviso Pubblico per promuovere la cultura della legalità e della trasparenza negli enti locali.  Tale codice si chiama “Carta di Pisa”, e Pisa è stata la prima amministrazione in Italia che vi ha aderito. Come cittadini siamo stati molto soddisfatti di questa adesione, proprio perché condividiamo le parole del Sindaco secondo cui la Carta è «uno strumento importante per la lotta alla corruzione politica e amministrativa e per la trasparenza del potere pubblico».

Tuttavia in questi giorni si stanno verificando fatti che ci lasciano perplessi e turbati proprio sul fronte della trasparenza dei poteri pubblici: è noto infatti che ai consiglieri della Commissione comunale di Controllo e Garanzia, i quali stanno esaminando atti relativi alla cessione di terreni comunali finalizzata alla realizzazione del Porto di Marina di Pisa, è stato imposto il divieto di diffusione del contenuto degli atti. Inoltre è stato chiesto e ottenuto dai consiglieri di maggioranza che le commissioni consiliari relative a questo argomento vengano tenute a porte chiuse, escludendo i cittadini e la stampa.

Ci chiediamo, e chiediamo contestualmente all’associazione Avviso Pubblico che è garante della “Carta di Pisa”, se tale decisione sia coerente con i principi della Carta stessa.
Leggi tutto...
 

Conclusi i Mondiali Rebeldi: l'Albania si aggiudica la finale

Sotto l'ormai consueto slogan "Dai un calcio al pallone e uno al razzismo!", si sono conclusi domenica sera i Campionati del Mondo Antirazzisti organizzati per la settima edizione consecutiva dal Progetto Rebeldía, con la collaborazione della Lega Calcio Uisp e del Circolo Arci di Pisanello.

Ad aggiudicarsi l'ambito trofeo, tra le 24 squadre che dall'8 giugno hanno disputato il torneo in concomitanza con gli Europei in Polonia-Ucraina, è stata la squadra dell'Albania, dopo una tiratissima e sofferta finale con la formazione della Romania, che in molti davano per favorita. Invece l'esperienza degli albanesi, squadra storica che ha giocato tutte le 7 edizioni del Mondiale Rebelde, ha avuto la meglio, infrangendo così la maledizione dell'eterna seconda: dal 2006 ad oggi infatti l'Albania non aveva mai vinto il trofeo, pur avendo sempre passato la fase eliminatoria ed essendo arrivata molte volte in finale, esprimendo sempre un ottimo calcio e soprattutto mostrando la massima correttezza e fratellanza, dentro e fuori del campo, valori che rappresentano il motivo ispiratore del torneo.
Leggi tutto...
 

Mondiali Rebeldi Aggiornamenti in tempo Reale (o quasi..)

20120701risultati.gif
Leggi tutto...
 
<< Inizio < Prec. 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 Pross. > Fine >>

Risultati 1237 - 1248 di 1318
Joomla SEF URLs by Artio