MANIFESTAZIONE a FIANCO DELLA RESISTENZA KURDA

manifesto_7_aprile.jpg

Contro l’attacco della Turchia al Rojava, sosteniamo il Kurdistan in lotta!

SABATO 7 APRILE 2018 Firenze

MANIFESTAZIONE a FIANCO DELLA RESISTENZA KURDA

Ore 15.30 Concentramento sotto il Consolato Usa in Lung.no Vespucci

Corteo verso il Consolato Russo e Tedesco per denunciare le complicità e l’appoggio dei governi russo ed occidentali ad Erdogan ed alla sua politica di attacco e repressione

Il governo turco ha invaso, con il sostegno delle forze mercenarie islamiste, il cantone di Afrin. E’ un attacco contro l’esperienza di autogoverno del Rojava che, grazie al sostegno ed all’esperienza del movimento di liberazione kurdo del PKK in Turchia, cerca di costruire nel nord della Siria una reale alternativa alle politiche di sfruttamento e spartizione promosse dalle potenze globali e regionali. Dagli Stati Uniti alla Russia, dalla Turchia all’Arabia Saudita. Questo è solo l’ultimo atto della politica fascista del dittatore turco Erdogan che, dopo aver raso al suolo le città kurde nel sudest del paese, incarcerato migliaia di attivisti, giornalisti, accademici ed amministratori, rivolge ora il secondo esercito della Nato contro il movimento kurdo nel Rojava.

Tutto questo non sarebbe possibile senza l’avallo della Russia e il complice silenzio di Usa e UE.   

Anche l’Italia è in prima fila nel sostegno al regime fascio-islamista di Erdogan. Il nostro paese continua a vendere armi e tecnologie militari ad Ankara. I sistemi radar che permettono oggi all’aviazione turca di localizzare le postazioni delle YPG/YPJ, così come gli elicotteri d’attacco Mangusta A 129 che sganciano bombe sulla popolazione di Afrin, sono entrambi di fabbricazione italiana, prodotti di Leonardo-Finmeccanica, azienda di punta dell’industria della guerra italiana. Solo qualche mese fa il primo ministro Gentiloni era ad Ankara a promuovere gli scambi commerciali con il nostro paese, mentre Erdogan in Italia ha incontrato i rappresentanti di Confindustria nel febbraio 2018 con una grande kermesse a Roma dove erano presenti i rappresentanti delle principali aziende italiane, come Fincantieri, Ispi, Impregilo, Astaldi e la stessa Leonardo Leonardo.

Crediamo che chiunque si riconosca nei valori dell’antifascismo e della solidarietà internazionalista debba oggi schierarsi a fianco della resistenza kurda in Turchia e nel nord della Siria.

Per la liberazione di Ocalan e di tutti i prigionieri politici in Turchia, #DEFENDAFRIN

SABATO 7 APRILE ore 15.30 – MANIFESTAZIONE con partenza sotto il Consolato Usa di Firenze

Comunità Kurda in Toscana – Coordinamento Toscano per il Kurdistan

Adesioni: Cantiere Sociale k100fuegos – Campi Bisenzio, Rete Collettivi studenteschi Fiorentini, Collettivo Politico Scienze Politiche, CPA Firenze sud, Potere al Popolo - Fi, “Da Rifredi ad Afrin”, Perunaltracittà, La Polveriera Spazio Comune – Firenze, Comitato Fermiamo la Guerra, Comitato Kurdistan " Aysel Kurupinar " di Firenze, Assemblea beni comuni / diritti di Firenze, Una Citta' in Comune - Firenze, L'Altra Europa con Tsipras, Acsd Lokomotiv viadipietreto, Sindacato Cub di Firenze, ANPI Provinciale Firenze, Comitato Toscano di Un ponte per.., Statunitensi contro la guerra (Firenze), RSU Università di Firenze, FLC-CGIL Firenze, ARCI Firenze, Spazio Antagonista Newroz di Pisa, Mala Servanen Jin - Casa delle Donne che Combattono- Pisa, Studenti di sinistra Firenze, IAM Firenze, Rete antirazzista Firenze, Associazione d’amicizia Italia-Palestina – Firenze, Collettivo Politico Porco Rosso Siena,

 
Pros. >
Joomla SEF URLs by Artio