Apre il Distretto 42, subito parte la trattativa.

Mercoledì 19 febbraio prima assemblea
con il quartiere San Martino

presentazionedossier42.jpg

A sole 24 ore dall'ingresso del Municipio dei Beni Comuni all'interno degli spazi abbandonati dell'ex caserma 'Curtatone e Montanara', è stata avviata una serrata trattativa tra il Municipio e le istituzioni coinvolte nel possibile percorso di riconversione di un luogo fino a ieri destinato al degrado e oggi di nuovo aperto all'uso e alla partecipazione di tutta la cittadinanza.

Già da ieri (sabato 15 febbraio, ndr.) l'Agenzia del Demanio, proprietaria dell'immobile, ha ricevuto la lettera dell'ex vice presidente della Corte Costituzionale, Paolo Maddalena , nella quale vengono chiaramente descritti i passaggi percorribili per far sì che il bene di via Giordano Bruno ritorni all'uso pubblico, evitando così possibili derive speculative. La stessa, poi, è stata inviata all'attenzione del sindaco Filippeschi, della Giunta da lui presieduta e così al presidente del Consiglio Comunale e alla Conferenza dei Capigruppo, ai quali è stato richiesto un incontro urgente perché si faccia chiarezza sulle intenzioni dell'attuale amministrazione, e si avvii un proficuo dialogo politico in grado di evitare che l'azione del Municipio venga ridotta a mera questione di ordine pubblico.


 

“Speriamo in una risposta celerissima – dicono dal Municipio dei Beni Comuni – vista l'urgenza della situazione. L'esperienza avviata in via Giordano Bruno tiene insieme una fetta imponente di energie sociali e culturali che sino dalle prime ore di sabato a richiamato a raccolta centinaia di persone”. Il parco che circonda i locali della ex caserma, infatti, da quasi vent'anni era precluso alla vista dei cittadini pisani, e in prima battuta agli abitanti del quartiere S. Martino che da subito si sono precipitati a scoprire quanto era stato nascosto per due decenni. Reazioni positive da parte degli abitanti quartiere che hanno curiosato tra il verde e chiesto informazioni sulla progettualità avanzata dal Municipio. “Dimostrazione del grande interesse sollevato dalla nostra azione – spiegano dal Municipio – è stata l'affollatissima assemblea di ieri (sabato 15 febbraio, ndr.), durante la quale abbiamo lanciato la programmazione della prossima settimana, oltre che invitare ciascuno a una partecipazione attiva ai lavori di riconversione dell'ex caserma 'Curtatone e Montanara'”, ora Distretto 42.

Si registrano tra le prime visite quella del prof. Salvatore Settis e del prof. Adriano Prosperi, oltre a quella del deputato Pd – ed ex sindaco di Pisa – Paolo Fontanelli, tra le altre cose abitante del quartiere S. Martino.

La giornata di domenica è stata scandita da una lunga e proficua sessione di lavori nel parco, con il recupero già di una vasta fetta di verde fino a pochi giorni fa lasciato all'incuria. Attivisti e abitanti del quartiere hanno partecipato ai lavori. Grande partecipazione anche alla presentazione del dossier 'Riconversioni Urbane ', premessa maggiore dell'ingresso del Municipio dei Beni Comuni in via Giordano Bruno, un lavoro di ricerca collettivo nel quale è stata ricostruita la storia dello spazio, la sua collocazione all'interno di una vasta rete di recupero degli ex spazi militari che sta interessando tutta Italia, e la descrizione della progettualità che nel tempo il Municipio condurrà negli spazi recuperati.

“Prossimo appuntamento cardinale – concludono dal Municipio – sarà l'assemblea di mercoledì 19 febbraio, interamente dedicata al quartiere e alle proposte che dalla cittadinanza emergeranno nel corso di un incontro che si candida a momento fondamentale per avviare un percorso di piena condivisione del futuro del Distretto 42.

Municipio dei Beni Comuni

 
< Prec.   Pros. >
Joomla SEF URLs by Artio