lettera del "DES" Reggio Emilia

Gruppo informale del percorso

inteso alla formazione di un

Distretto di Economia Solidale

a Reggio Emilia e Provincia


Reggio Emilia, 4 Febbraio 2013


Al Sindaco di Pisa

Al Prefetto di Pisa
 
 

Con la presente i partecipanti - singoli, associazioni, Gruppi d’Acquisto Solidale - al nostro gruppo informale intendono esprimere piena solidarietà alle azioni portate avanti dal Municipio dei beni Comuni pisano di cui condividiamo modalità e proposte. Riteniamo infatti che restituire un’area dismessa e abbandonata quale spazio di relazione e confronto con un coinvolgimento dal basso e partecipato sia un atto che risponde a una funzione sociale nel pieno interesse di tutta la cittadinanza. Un luogo non dunque occupato, ma liberato che facendosi interprete delle esigenze di tutti e nondi qualcuno si propone innanzi tutto come presidio di democrazia, non solo per la città di Pisa in cui fisicamente è situato, ma per l’intero Paese. In casi simili, come quello dell’occupazione della torre Galfa a Milano, l’amministrazione locale è intervenuta senza ridurlo a mero problema di ordine pubblico, ma percependo l’offerta sociale che tale movimento popolare sarebbe stato in grado di assicurare. Per i suddetti motivi chiediamo alle autorità pisane che sia rivista l’ordine di sgombero e si proceda a un confronto aperto con la cittadinanza e all’ascolto delle istanze del “Municipio”.


I partecipanti al percorso

“Verso il DES” di Reggio Emilia


 
< Prec.   Pros. >
Joomla SEF URLs by Artio