IN PIU' DI 3500 ASSEGNANO LO SPAZIO DI VIA A.PISANO AL PROGETTO REBELDIA

20111201_firme2.JPG
Più di 3500 cittadini hanno affermato, firmando l'appello per l'assegnazione diretta degli spazi di via A.Pisano,  la legittimità della richiesta del Progetto Rebeldia a questa amministrazione comunale.
Questi stessi cittadini, dopo la giornata di ieri, in cui il Rebel Camp ha portato la loro voce sotto e dentro Palazzo Gambacorti, sono in attesa di una risposta da parte del Sindaco Filippeschi.

Tra questi cittadini in attesa di una risposta personalità che hanno spesso partecipato alla vita sociale e politica di questa città, e che spesso hanno preso la parola sulle questioni cardine discusse a Pisa. Ecco infatti a sottoscrivere l'appello Professori Universitari dell'ateneo pisano, tra cui il Prof. Paolo Pezzino, Prof. Marco Della Pina per accennarne alcuni,  della scuola Normale Superiore come il Prof.Paolo Cristofolini, nonché del CNR. A questi si affiancano personalità dell'Associazionismo con cui il Progetto Rebeldia, come tale o attraverso le associazioni che lo compongono, ha condiviso delle lotte politiche in città e promosso attività e iniziative. Scorrendo l'elenco saltano all'occhio infatti tra i firmatari Andrea Zavanella del CNA, Marco Tongiorgi, presidente del Cesvot, Rudy Pessina dell'Ass. Imago e Virgiolio Barachini dell'Unione Inquilini. Tra i politici che hanno voluto sostenere l'appello, Mercedes Frias (ex deputata PRC), e presidente Ass. Punto di Partenza, Daniele Farina (SEL), che fu tra i primi fondatori del Leoncavallo, uno dei centri sociali più longevi d'Italia.
Ma non è finita qui, perché anche il mondo del giornalismo e dell'arte ha detto la sua in merito alla questione del Progetto Rebeldia. Si leggono infatti le firme di Concita de Gregorio o di Giuliano Marrucci dal mondo dell'informazione,  come  quelle  di Gabriele Spinelli, attore pisano e del regista Roan Johnson, che che negli ultimi mesi hanno dato lustro alla città di Pisa nel mondo del cinema.

E se questi sono solo alcuni, i cittadini che hanno sottoscritto e che condividono il valore delle attività svolte in città dal Progetto Rebeldia, rimangono sempre più di 3500, a dimostrazione  del fatto che il Progetto Rebeldia è un bene comune per tutta la città di Pisa. Se il Sindaco Marco Filippeschi riterrà di non dovere dare un'adeguata risposta all'istanza di spazi sociali posta dal Progetto Rebeldia, dimostrerà di non voler ascoltare una larga parte della cittadinanza, migliaia di cittadini che hanno partecipato e preso posizione su questa vicenda.

-- 

Progetto Rebeldia
www.rebeldia.net
 
< Prec.   Pros. >
Joomla SEF URLs by Artio