Quartiere San Francesco e il primato degli spazi abbandonati.

mattoniverdeprima.jpg 
Negli ultimi anni il quartiere San Francesco ha registrato un primato negativo, aumentando progressivamente nel tempo gli immobili inutilizzati e lasciati quindi all’abbandono e al degrado, arrivando a percentuali di metri quadrati non utilizzati pari al 10 % di quelli mappati nel dossier 'Riutilizziamo Pisa' di quasi 300.000 mq. Questi immobili ad oggi vuoti risultano per lo più di proprietà pubblica, quindi comunale, provinciale o dell’Azienda Ospedaliera Universitaria Pisana, basti pensare alla Mattonaia, in pieno centro, fino alla Limonaia, all’ex asilo Coccapani, all’edificio ormai inagibile e diroccato di via San Lorenzo in comodato d’uso da gratuito al Comune da anni, ai due complessi di via Zamenhof oppure l’Ex-ASNU di proprietà dell’Università di Pisa e sottoutilizzato da un decennio.
Leggi tutto...
 

Il Progetto Caserme è morto (RIP).

La novità? Muore per mano della stessa amministrazione. 

Comune di Pisa, Ministero della Difesa e 
il paradigma dello spreco del patrimonio pubblico.

  
distretto42prima.jpg

Per comprendere il presente: la storia della Ex Caserma Curtatone Montanara.

Era il lontano 1997, quando la riforma del servizio di leva privava di scopo e funzione il distretto militare di Pisa, in via Giordano Bruno. Già da 40 anni il Demanio di Stato l'aveva assegnata all'esercito. L'area in questione comprende una consistente porzione di città in pieno centro storico, circa 12000 metri quadrati: una piazza, luogo di incontro e di aggregazione, un vero e proprio parco di verde pubblico fruibile da tutti veniva chiuso e nascosto agli occhi della gente.

A pochi anni dalla fine del servizio di leva obbligatorio la caserma Curtatone e Montanara veniva dismessa, abbandonata e lasciata al degrado. Fu allora che il poco lungimirante sindaco Fontanelli ideò e propose alla città un faraonico piano di recupero e di riqualificazione che mirava al cosiddetto 'sviluppo', cioè offriva grandi possibilità di speculazione, e nulla aveva a che vedere con il bene comune.

 

Leggi tutto...
 

Foto Racconto Stazione parte 2

Camminando nel quartiere della stazione, parte seconda

passstaz_fontana.jpg

La seconda passeggiata del nostro viaggio attraverso Pisa, si è svolta nel giorno di sabato 28 ottobre e ha approfondito la scoperta dell'area sud del quartiere di Sant'Antonio. La nostra attenzione si è concentrata particolarmente su via Cesare Battisti, compreso il complesso della Sesta Porta, e per finire, dopo aver attraversato piazza Vittorio Emanuele, via Pascoli e ancora oltre, quasi a lambire le prime propaggini del quartiere San Martino.

 Il punto di incontro è stato nuovamente il piazzale antistante la Stazione centrale, animato dal flusso di un sabato pomeriggio quasi invernale, con i pendolari, i turisti, le famiglie in movimento per il fine settimana. Una prima sorpresa: oggi la fontana è in funzione: buoni presagi o un sapiente istituzional inganno ?
 
passstaz_batt1.jpg
A differenza della nostra precedente passeggiata, ci siamo diretti a Ovest fino a incrociare un'importante arteria d'ingresso alla città che costeggia lo storico quartiere di Porta a Mare, via Cesare Battisti. Punto nevralgico del traffico dei mezzi pubblici, luogo di incontro delle molteplici culture e comunità migranti che popolano l'area della Stazione, via Cesare Battisti verte in uno stato di malinconico squallore. Il manto stradale è stato rifatto in concomitanza con la chiusura dei lavori della Sesta Porta, ma questo non migliora il panorama. 
Leggi tutto...
 

Che non si muova una foglia

Riflessioni sul tema della sicurezza a Pisa

sicurezza_foto.jpg

"Per il potere qual è l’essenza della città?

Essa fermenta, piena di attività sospette,

di delinquenza; è un focolaio di agitazioni.

Potere dello stato e grandi interessi economici

non possono concepire molto di più

di una strategia:

svalorizzare, degradare, 

distruggere la società urbana."

(H. Lefebvre, Il diritto alla città) 

Giornalismo e barbarie.

La questione sicurezza, nell’accezione più securitaria del termine, è diventata centrale nel dibattito pubblico. Ad aprirle la strada, un giornalismo sempre più dedito a esaltare fatti di cronaca minore, a dare spazio alla narrazione del furto, dello scippo, del minimo atto illecito. I protagonisti di questi racconti ormai inflazionati sono spesso cittadini appartenenti alle fasce più povere e marginalizzate, verso le quali è più semplice catalizzare l'odio e il razzismo, che permeano larga parte dell’opinione pubblica.

Leggi tutto...
 

Un natale diverso con Fratelli dell'Uomo

  In Toscana il pacco Baobab!

pacco_baobab.jpg

 

Con Fratelli dell'uomo metti sotto l'albero il pacco "Baobab" per unNatale solidale e consapevole a sostegno della fattoria integrata di Rissò in Senegal.
Con un contributo di €15 potrai scegliere di regalare il nostro pacco “Baobab” confezionato con prodotti biologici dell’Azienda Agricola Biologica Floriddiache coltiva esclusivamente cereali antichi e li trasforma con un mulino a pietra e la trafilatura al bronzo.
Nel pacco troverai:
► Fusillotti di grani duri antichi
► Miglio biologico decorticato
► Ceci biologici
► Presina artigianale realizzata con materiali di riciclo

Il tutto confezionato in una sacca porta oggetti realizzata con materiale
riciclato!
Qui l'evento facebook: https://www.facebook.com/events/1064845286883392/
È possibile prenotare fino a mercoledì 9 dicembre.
Per ulteriori informazioni e prenotazioni:
3807980033
Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo

 
<< Inizio < Prec. 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 Pross. > Fine >>

Risultati 145 - 153 di 2032
Joomla SEF URLs by Artio