Solidarietà agli attivisti minacciati di Daspo

Il Progetto Rebeldia esprime esprime la propria completa solidarietà ai cinque cittadini minacciati di un decreto DASPO a causa della loro partecipazione alla manifestazione contro il corteo a sfondo pesantemente razzista e xenofobo organizzato dalla Lega Nord il 14 novembre scorso. Una volta di più nella nostra città si cerca di colpevolizzare il dissenso, la protesta, l' indignazione alla deriva securitaria e xenofoba che hanno preso buona parte delle istituzioni locali e nazionali. A chi protesta si cerca di impedire, con trovate giuridicamente fantasiose, di esprimere il proprio dissenso. Quando ancora non si è  giunti ad un accertamento delle responsabilità, si limita la partecipazione di queste persone alla vita sociale e sportiva della loro città (e non solo), per presunti reati che con essa non hanno niente a che fare.
Questo inasprimento repressivo si svolge  mentre nei palazzi di un ben mesto potere si contano al ritmo di uno al giorno gli scandali edilizi, gli sgomberi forzati, lo sperpero di risorse finanziare in opere fallimentari - Boccadarno S.p.A e People Mover, per citare i più eclatanti casi di cronaca - così come la sottrazione di risorse umane e materiali alle politiche e alle strutture sociali di una Pisa sempre più abbandonata e impoverita.

PROGETTO REBELDIA
 
leggi anche
 
< Prec.   Pros. >
Joomla SEF URLs by Artio