limitazione orario serale attività dei minimarket negozi etnici

divieto_etnico.jpg
Definizione della parola “etnico” -vocabolario Treccani-1.
 a. Che è proprio di un popolo, in sé o contrapposto ad altri popoli: affinità, differenze e.; per ragioni e., ecc. Gruppo e., espressione usata talvolta, imprecisamente, come sinon. di gruppo razziale, ma più comunem. per indicare un aggregato sociale contraddistinto da una determinata lingua (o dialetto) e cultura, anche se risultante dalla fusione di più elementi razziali diversi. b. In linguistica, aggettivi e., nomi e. (e, come s. m., gli etnici), quelli che determinano l’appartenenza a un popolo, a una nazione, a una regione o città (per es., americano, francese, lombardo, fiorentino).

Partendo dalla definizione di questa parola, quando leggiamo il titolo della mozione presentata dalla Lega che verrà discussa nei prossimi consigli comunali, accodandosi all'operato di quello che definiscono il loro “capitano Salvini”, ovvero “Oggetto: limitazione orario serale attività dei minimarket negozi etnici”pensiamo che sia tutto chiaro.

E tutto si chiarisce ulteriormente quando vediamo tirati in causa nel testo della mozione non solo i minimarket etnici, ma anche le “attività artigianali di produzione e vendita di prodotti di gastronomia pronti per il consumo immediato e di erogazione di alimenti e bevande”. A questo punto restano pochi dubbi sullo scopo ultimo, nemmeno troppo implicito, che ha questa mozione.


Dalle 21 in poi devono chiudere tutti i minimarket e tutte quelle attività gastronomiche che abbiano un qualsiasi riferimento a “un aggregato sociale” partendo dalla definizione di "etnico" sopra riportata, dovrebbe valere anche per la cucina tipica pisana o toscana, oltre che per i Kebab, la cucina giapponese, cinese, come anche per tutte le pizzerie che in tutto il mondo rivendichiamo come tipiche della “cultura” italiana, quindi etniche.

Ma saranno indistintamente pizzerie, rosticcerie, Kebabbari, sushi bar, piadinerie e friggitorie dal nome tipico pisano destinatarie della mozione?

Secondo quanto si legge tutti questi esercizi commerciali dovrebbero chiudere.

Purtroppo siamo abbastanza sicuri che così non sia, e che la Lega con quella mozione voglia raggiungere ben altri obiettivi, cioè far chiudere alle 21 solo i minimarket i cui titolari sono stranieri, o i negozi come i “kebabbari”, in perfetta la linea con il governo nazionale.

Questo configurerebbe una vera e propria discriminazione di una intera classe lavoratrice e imprenditoriale pisana per il solo fatto di avere un diverso paese di origine, visto che in alcuni casi i titolari di molte di queste attività commerciali hanno anche la cittadinanza italiana.

Se quanto scritto nella mozione verrà attuato e concretizzato in regolamenti e/o ordinanze, lo sportello D-scream sarà pronto a segnalare le discriminazioni che ne deriveranno e ad agire di conseguenza.

Pisa, 19 Novembre 2018
Osservatorio sulle discriminazioni D-scream

 
Pros. >
Joomla SEF URLs by Artio