Il 16 novembre sarà tempo di ritornare

MUNICIPIO DE BENI COMUNI: “IL 16 NOVEMBRE SARÀ TEMPO DI RITORNARE. 

UN FIUME IN PIENA A PISA PER L'EX COLORIFICIO LIBERATO IN DIFESA DEI BENI COMUNI”

Il 16 novembre 2013 sarà una data spartiacque per la città di Pisa e per l'Italia tutta. Un corteo nazionale sfocerà nelle strade cittadine, con l'obiettivo di aprire nuovamente l'ex Colorificio Liberato, dopo il sequestro dell'area dove questo sorge e il conseguente sgombero delle attività che in esso per più di un anno hanno avuto luogo. Una manifestazione attesa, alla quale prenderanno parte numerose realtà dei movimenti nazionali, collettivi, associazioni, espressioni del territorio ma non solo. Insieme a Napoli, la Valsusa e Gradisca d'Isonzo, Pisa sarà una delle piazze che il 16 novembre pronuncerà la propria netta opposizione alla prepotenza di pochi contro i bisogni di molti, e lo farà ribadendo – ancora una volta – la vocazione collettiva di un'esperienza come quella dell'ex Colorificio Liberato. Un intero anno di attività, uno spazio di apertura e di condivisione per quanti lo hanno animato, lo hanno ricondotto a una vita nuova dopo anni di colpevole abbandono da parte della sua proprietà.

versoil16striscionelargo.jpg verso16novcartello.jpg

 

 


Un corteo che partirà dal cuore della città, dal suo centro per eccellenza – piazza Garibaldi –, perché dal centro della lotta in difesa dei Beni Comuni muove l'intera storia recente dell'ex Colorificio Liberato. Dal cuore di un movimento di popolo che dopo più di un decennio di battaglie civili approda finalmente verso una meta condivisa, la riapertura di una casa comune, di uno spazio di democrazia che ha riscosso il plauso del Consiglio d'Europa. “Un atto di cittadinanza”, così è stata definita la liberazione e il riuso dell'ex Colorificio, un'azione che si trova allineata oggi a quei movimenti che in Europa lottano per combattere povertà, diseguaglianza e spreco di risorse.


Una giornata quella del 16 che affonda le sue origini in un consenso vasto e trasversale, lo stesso che condurrà a Pisa migliaia di persone per affermare con forza il bisogno condiviso che l'ex Colorificio venga di nuovo spalancato al passaggio di coloro che ne hanno fatto un simbolo e un modello nella difesa dei Beni Comuni. Consenso che spazza via le ombre di coloro che avrebbero voluto ridurre un'esperienza di tale portata a un mero problema di ordine pubblico, o peggio di coloro che pubblicamente hanno detto di sostenere e apprezzare tutto il lavoro condotto in quello spazio senza però aver operato nulla di concreto affinché quell'esperienza potesse continuare senza passare dalla traumatica interruzione imposta dal recente sgombero.

Abbiamo fiducia che si possa evitare per quella giornata il triste scenario a cui dovette assistere la città il 13 ottobre del 2012, quando Pisa venne letteralmente militarizzata per impedire a un festoso e pacifico corteo di poter fare il proprio ingresso in via Montelungo. Pisa non può accettare che uno spazio di democrazia possa essere nuovamente tenuto in ostaggio da chi vorrebbe impedire ai cittadini di tornare là dove è legittimo che

tornino.


La composizione del corteo il 16 novembre esprimerà una diversità composita, con voci da tutta Italia che si alzeranno per pronunciare il proprio dissenso, il proprio diritto. Esperienze che parlano di diritti e di giustizia sociale, di solidarietà e di socialità. Voci come quelle di Ugo Mattei, Don Alessandro Santoro, Francuccio Gesualdi, solo per citarne alcune, che scandiranno i tempi di quella che vorrebbe essere una vera e propria festa per la riapertura dell’ ex Colorificio Liberato. E come tutte le feste dell'ex Colorificio ci saranno giocolieri, danzatrici, le bande musicali e tutte le attività ripartiranno. La sera presenteremo il nuovo disco di Alessio Lega.


Noi vorremmo indicare la strada a quanti giungeranno a Pisa il 16 novembre 2013. Una strada che dal centro conduce alla periferia, che dal nucleo arriva a lambire un nuovo baricentro cittadino, in difesa di un equilibrio più giusto, che sappia tenere nello stesso spazio i bisogni di tutte e di tutti. Per questa ragione abbiamo affisso nuovamente l’insegna che indica la presenza dell’ex Colorificio Liberato, la stessa che un atto di prepotenza aveva portato via. In questa indicazione, nel suo senso profondo, noi vediamo il futuro prossimo, la nota alla quale si accorderanno quanti scenderanno in piazza il 16 novembre.


In quella giornata sarà tempo di ritornare a casa. Il fiume in piena del 16 novembre spalancherà di nuovo le porte dell’ex Colorificio Liberato.

Municipio dei Beni Comuni - Pisa

16 Novembre #fiumeinpiena #excolorificio   ore 13 Piazza Garibaldi
Per adesioni: Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo   Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo

Qui lo spot video del 16 nov: http://www.youtube.com/watch?v=RUjzi2OmPak 

12 Novembre Comunicato Stampa presso l'ex Colorificio

13 Novembre Assemblea Cittadina Pubblica ore 21:00 Polo Carmignani

14 Novembre Critical Mass ore 17:30 Piazza Garibaldi

informazioni sui Pullman per Pisa 

16 Novembre #fiumeinpiena #excolorificio   ore 13 Piazza Garibaldi

 Qui l'indirizzo dell'evento facebook: https://www.facebook.com/events/1431837997038467/

 
< Prec.   Pros. >
Joomla SEF URLs by Artio