Prossimi eventi
Nessun evento in programmazione

Mondiali Rebeldi, La decima.

Mondiali rebeldi, La decima.

mondialirebeldixlancio.pngNo, non è la decima Champions del RealMadrid, è una ricorrenza certo meno pubblicizzata ma forse altrettanto sentita. Da dieci anni il Progetto Rebeldia coinvolge tutte le realtà migranti locali, da quelle storicamente più radicate e incluse nel tessuto cittadino (albanesi, senegalesi, kurdi, rumeni, eritrei) a quelle meno legate a realtà nazionali e arrivate da poco (richiedenti asilo di varia provenienza subsahariana, macedoni) che, insieme alle realtà territoriali sensibili e impegnate nel campo dell'accoglienza, si fronteggiano non ad una frontiera o a un braccio di mare, ma semplicemente su un campo di calcio, dove il pallone è rotondo per tutti.
Il campo per la prima giornata del 7 Giugno è quello del Dopo Lavoro Ferroviario e per gironi e fino alle finali sarà, quello del circolo Arci Pisanello che da anni è ormai il primo sponsor dei mondiali. Insieme alla Uisp che, mantenendo meravigliosamente fede alla denominazione di origine (Unione Italiana Sport per Tutti), garantisce la presenza di veri arbitri.
Agli ordini dei quali tutti, italiani e nati all'estero, cittadini vecchi e nuovi, si contendono la coppa del mondo rebelde dando un calcio al pallone e uno, molto più vigoroso, al razzismo.
Quest'anno si prende il via domenica 7 giugno per concludere il 28 con la finalissima e la coppa Fair Play  (Coppa terzo Tempo) intitolata a Paolo Balducci, ex Presidente del Circolo Pisanello e premio per il miglior portiere intitolato a David Ranieri
Tutte le sere, oltre che col calcio e col conseguente tifo, tutte le comunità straniere si mescoleranno con musiche e cibi dei loro paesi e delle loro famiglie, senza esibire il permesso di soggiorno.

Progetto Rebeldìa

 

Distretto 42: Vero o Falso

Riportiamo uno schema che riassume le posizioni strumentali e false dell'amministrazione del comune di pisa riguardo al Progetto Caserme e alla non volontà di riaprire il Distretto 42 e il Parco Andrea Gallo

verofalso4web.jpg

 

 

Nelle mani dei mercati. Perché il TTIP va fermato

29 Aprile ore 21: Nelle mani dei mercati. Perché il TTIP va fermato

manimercatolocandina.jpg

Il comitato Stop TTIP Pisa è lieto di presentare il libro “Nelle mani dei mercati. Perché il TTIP va fermato”. Questo è il primo libro che presenta a tutti il TTIP (Partenariato Transatlantico per il Commercio e gli Investimenti), il trattato in corso di negoziazione, tra Stati Uniti ed Europa. La conclusione dei negoziati è prevista per la fine del 2015. Il TTIP consentirebbe alla finanza internazionale e alle multinazionali di piegare le leggi degli stati nazionali ai loro interessi, compromettendo la tutela dell'ambiente e della salute, la riconoscibilità dei prodotti alimentari italiani, i diritti dei lavoratori e molto altro ancora.

In più di 750 città in tutto il mondo, 40 solo in Italia, il 18 aprile migliaia tra organizzazioni della società civile, sindacati, associazioni di consumatori, ambientaliste, organizzazioni non governative, religiose hanno ribadito la necessità di cambiare rotta e che non sarà più possibile negoziare trattati così importanti senza il diretto coinvolgimento della società civile e dei cittadini e senza un serio ripensamento nei metodi, negli obiettivi e nella strategia politica dell’Unione Europea e del Governo italiano.

Leggi tutto...
 

Pullman da Pisa per partecipare allo Sciopero Generale del 5 Maggio a Roma

A Pisa, come Coordinamento della e per la Scuola Subblica - Pisa, abbiamo aderito allo spezzone sociale del corteo del 5 maggio lanciato dal Coordinamento Nazionale della e per la Scuola Pubblica, e stiamo organizzando il trasporto tramite Pullman.

Per Informazioni e prenotazioni:
Università -> Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo m o 3389885611
Scuola -> Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo  o 3311625870
oppure contattaci su facebook alla pagina Coordinamento della Scuola Pubblica-Pisa
Leggi tutto...
 

verso il 5 maggio Sciopero della scuola

Pubblichiamo le iniziative del coordinamento della e per la scuola pubblica verso lo sciopero del 5 maggio contro il ddl "La buona scuola"
verso5maggio.jpg
 

Domenica Disarmante

metticilafirma.jpg

Domenica 26 Aprile il Comitato Pisano “ Un’altra Difesa è Possibile”, per la legge di iniziativa popolare per l’istituzione e il finanziamento del Dipartimento per la difesa civile, non armata e nonviolenta chiude la campgna di raccolta firme con la festa per una “Domenica Disarmante”.

E’ un momento importante, in cui invitiamo cittadine e cittadini, adulti e bambini, a festeggiare con noi e a riflettere sulla pace e sui metodi reali di costruirla, attraverso mezzi pacifici e non armati, con l’idea nonviolenta che i mezzi difficilmente possono essere disgiunti dai fini.

La proposta di legge popolare è stata promossa per dare finalmente concretezza a ciò che prefiguravano i Costituenti nell’articolo 11 della Costituzione “L’Italia ripudia la guerra”, e che già oggi è previsto dalla legge e confermato dalla Corte Costituzionale, cioè la realizzazione di una difesa civile alternativa alla difesa militare, finanziata direttamente dai cittadini attraverso l’opzione fiscale in sede di dichiarazione dei redditi.

Leggi tutto...
 

Nelle Mani del Mercato - 29 Aprile

manimercatolocandina.jpg
 

Economia Solidale in Festa 2015

festades2015.jpg
 

Democrazia Cercasi

democraziacercasi.jpg
 

“Fermare la strage. Subito!”

ARCI: Anche Pisa partecipa alla giornata di mobilitazione nazionale “Fermare la strage. Subito!



Pisa, 20 Aprile 2015 - In una settimana più di mille morti in tre stragi annunciate.

Stragi che hanno responsabilità precise: le scelte politiche e le leggi dei governi dell’UE (compreso quello italiano) che consegnano le persone in cerca di protezione nelle mani dei mercanti di morte.

Aumentando controlli e mezzi per pattugliare le frontiere non si fermeranno le stragi, come dimostrano queste ultime tragedie con più di 1500 morti avvenute a distanza di poche ore l'una dall'altra.

Chi scappa per salvare la propria vita e quella dei suoi cari non si ferma davanti al rischio di morire in mare.

Non c’è più tempo da perdere.

Si aprano subito vie d’accesso legali, canali umanitari, unico modo per evitare i viaggi della morte.

Il governo italiano, in attesa dell’intervento europeo, assuma le sue responsabilità e riattivi subito un programma di ricerca e salvataggio.

Chieda contemporaneamente all’UE di farsi carico di un programma di ricerca e salvataggio europeo.

Si sospenda il regolamento Dublino e si consenta alle persone tratte in salvo di scegliere il Paese dove andare sostenendo economicamente con un fondo europeo ad hoc l’accoglienza in quei Paesi sulla base della distribuzione dei profughi.

Questi morti non consentono più rinvii, basta con le parole che non si traducono in azioni concrete e immediate.

Erano persone in carne e ossa. E invece sembrano fantasmi.

Domani, martedì 21 aprile, mobilitazioni in tutta Italia, organizzate da decine di associazioni, organizzazioni sociali e sindacali, ong.

A Pisa sit in a partire dalle 17.00 davanti alla Prefettura, Piazza Mazzini.

Hanno già dato la loro adesione: CGIL, Rete degli Studenti medi Pisa, Libera Pisa, Comitato Provinciale per l'UNICEF di Pisa, Sinistra Per, Progetto Rebeldia



Contatti:

ARCI Comitato di Pisa 050 23278

Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo

 


 

CENTINAIA DI INIZIATIVE NEL MONDO E IN ITALIA PER FERMARE IL TRATTATO TRANSATLANTICO

 

18 APRILE: GIORNATA DI MOBILITAZIONE GLOBALE CONTRO IL TTIP
E GLI ALTRI TRATTATI DI LIBERO SCAMBIO
CENTINAIA DI INIZIATIVE NEL MONDO E IN ITALIA PER FERMARE IL TRATTATO TRANSATLANTICO

 

Pisa, 18.04.15 - Sono più di 750 in tutto il mondo, 40 solo in Italia, le iniziative e le mobilitazioni che hanno coinvolto migliaia tra organizzazioni della società civile, sindacati, associazioni di consumatori, ambientaliste, organizzazioni non governative, religiose per dire No al Trattato Transatlantico tra Stati Uniti e Unione Europea a pochi giorni dal nuovo Round negoziale di deregolamentazione dei commerci.

 

Leggi tutto...
 

“Un'altra difesa è possibile”

Il Consiglio Comunale di Pisa sostiene la Campagna

metticilafirma.jpg

Giovedì 16 aprile il Consiglio Comunale di Pisa ha approvato, con ampio consenso, una mozione di adesione e sostegno alla Campagna per la Difesa civile, non armata e nonviolenta. Questa si concluderà a maggio 2015 con la raccolta delle 50.000 firme necessarie alla presentazione alla Camera dei Deputati del progetto di Legge di iniziativa popolare:Istituzione e modalità di finanziamento del Dipartimento della Difesa civile, non armata e nonviolenta. Come riporta la mozione approvata: “Nonostante la drammatica crisi economica e sociale del nostro Paese, il Governo italiano ha stanziato complessivamente per il 2015 circa 23,5 miliardi di euro per spese militari, una cifra superiore a quanto messo a bilancio per il 2012. Contestualmente, per l’unica forma ad oggi pienamente strutturata di difesa civile, cioè il Servizio Civile Nazionale, lo stanziamento previsto per il 2015 si aggira su soli 115 milioni di euro”. Alcuni diritti fondamentali risentono pesantemente della situazione di crisi economica, e la tutela della sicurezza umana della popolazione richiede strumenti civili.

Leggi tutto...
 
<< Inizio < Prec. 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 Pross. > Fine >>

Risultati 193 - 204 di 1318
Joomla SEF URLs by Artio