Giu 11

Rebetiko, musica piena di vita e malinconia, tra carcere e fumi d’ hashish

Pubblicato in audio

Trasmissione sul rebetiko, uno stile musicale greco che nasce e si sviluppe nel contesto della guerra per la definizione del confine turco-greco e come risultato dei nascenti nazionalismi. Una musica che racconta la vita dei sottoproletari rebetes, ispira a danze solitarie in luoghi di marginalità, locali equivoci, carceri (la vera scuola di questa musica), intrecciata a quella di una sostanza, l hashish e a coloro che la consumano. Racchiude i dolori e la sofferenza dell’ immigrazione, l’ amore, l’ irraggiungibile, la povertà, la discriminazione sociale  avendo contemporaneamente uno spirito di malinconia ma pieno di vita, una voglia di ribellione a ogni imposta regola sociale e cercando il modo per esistere in questo mondo di merda.

Attraverso questa musica si cerca il senso della vita, avendo la consapevolezza che non c è un modo rebetiko di pensare ma solo un modo di viverlo.

Per ascoltare il podcast clicca qui

I commenti sono chiusi.

radiolina@bastardi.net
Comunica con la diretta, inviaci una email.