NO A QUALSIASI PROGETTO di TANGENZIALE

no-grandi-opere 

All’assemblea pubblica di venerdì 19 settembre sulla grande opera Vigevano-Abbiategrasso-Magenta, a parer nostro, oltre al solito teatrino politico e alla messa in scena dal 90% delle istituzioni presenti, una cosa importante è emersa ben chiara dagli interventi dell’assesore Regionale leghista Garavaglia: ” la strada la facciamo perchè l’amministrazione di Abbiategrasso è favorevole. Se ci sarà un parere sfavorevole di Abbiategrasso la tangenziale non la faremo e non forzeremo con la legge obbiettivo”.Quindi la questione, politicamente e strategicamente, è semplice : BISOGNA CHE L’AMMINISTRAZIONE DI ABBIATEGRASSO PRENDA UNA POSIZIONE CHIARA CONTRO LA TANGENZIALE. In ogni caso, anche se la regione spinge per realizzare il progetto, sarà difficile per il partito del cemento oltrepassare un movimento deciso, unito, insieme alle amministrazioni, con una posizione determinata per il NO A QUALSIASI PROGETTO DI STRADA.

Solo così c’è la possibilità di fermare il mostro di asfalto e cemento. Il resto, a parer nostro, è roba vecchia (e decadente), scambio di favori, fumo negli occhi e interessi personali. Ci auguriamo pressioni determinate e senza sconti da parte dei movimenti, dei sindacati agricoli e dalle opposizioni sedute in consiglio. Pressioni senza sconti alla giunta Arrara. Sconti che spesso fanno i conti con altre questioni discusse e concertate in altre sedi, non pubbliche.

Fino ad oggi la posizione dell’amministrazione Abbiatense è una posizione mascherata da poca chiarezza e dal temporeggiare in attesa “di un nuovo progetto “(che doveva arrivare a maggio, poi ad Agosto e venerdì l’assssore Garavaglia ha detto che arriva a Novembre!)

Il Sindaco Arrara ha dichiarato che aspetta il progetto definitivo per dire la sua e aprire un confronto con la città, ma il nostro sindaco non ha forse calcolato che una volta che arriva il progetto i margini di revisione sono risicatissimi.

Di fatto, questa posizione, è un SI al collegamento Vigevano-Magenta con “un nuovo progetto infrastrutturale”.

In questo quadro, che apre comunque un’occasione e una responsabilità, ci sembra pericoloso “il comitato del forse e del parliamone”. Sembrerebbe crescere l’idea che la super strada va bene se poco impattante, con incroci a raso o altre mitigazioni. L’abbiamo detto e lo ribadiamo : IL COMITATO DEL FORSE è quello più pericoloso. E’ quello che puo’ consentire la realizzazione di quest’opera.

A tal proposito non ci risulta chiara l’apertura del Sindaco di Albairate Pioltini che si dichiara né per il SI né per il No e invita al dialogo le due posizioni.

A nostro avviso fare un’apertura del genere ci sembra un errore strategico. L’unico tavolo a cui i sindaci devono andare è quello della riqualificazione dell’esistente. Ma forse è questo quello che intendeva Pioltini e noi ci siamo sbagliati. Attendiamo un chiarimento e un ritorno del sindaco di Albarate a un NO deciso accantonando l’infelice uscita “né per il si, né per il no”.

NO TANGENZIALE | NO A QUALSIASI PROGETTO di TANGENZIALE.
Chiediamo che le risorse economiche pubbliche siano utilizzate per riqualificare le strade esistenti, per politiche virtuose, intelligenti, per un welfare moderno, per superare la crisi economica e sociale crescente.

Invitiamo i movimenti e i comitati a portare il NO TANGENZIALE malpensa-magenta-abbiategarsso- vigevano a Milano l’11 ottobre al CORTEO NO GRANDI OPERE | NO EXPO 2015

L’Assemblea del 2 Aprile per la Difesa del Territorio

 

This entry was posted in Uncategorized. Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dimostraci che non sei un robot: *